Calabria, monito shock del Governo a Oliverio: “De Gaetano al centro di vicende di voto di scambio, preferiremmo profili senza ombre”

La nomina di De Gaetano nell’esecutivo Oliverio sta suscitando notevoli polemiche

Nino-De-GaetanoMessaggio molto duro oggi da parte del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio al presidente della regione Calabria Mario Oliverio. Il messaggio di Delrio, spiegano fonti di Palazzo Chigi secondo quanto riporta l’Ansa, riguarda la presenza in giunta con delega pesante ai trasporti e le infrastrutture di Nino De Gaetano, ex consigliere regionale al centro di vicende di voto di scambio per le quali non e’ indagato ma che secondo il sottosegretario non sono sufficientemente chiarite. A palazzo Chigi l’impegno per la legalita’ al Sud e in Calabria e’ una scelta esplicitata dalla presenza di Nicola Gratteri per la commissione sulle apposite norme antimafia, viene sottolineato. Delrio, che ha la delega alla coesione territoriale, ha guidato fino a poco tempo fa la cabina di regia sulla Calabria e il prefetto De Felice e’ stato nominato a settembre da Viminale e Palazzo Chigi per la commissione vittime di mafia. Infine nella giunta del presidente Oliverio e’ arrivata dal governo come assessore il ministro Lanzetta, ex sindaco simbolo della legalita’. In una delle regioni che gestisce uno dei maggiori ammontare di fondi di coesione, il governo preferirebbe – sottolineano le stesse fonti – la certezza di profili senza ombre di dubbi.