Coppa Italia Lega Pro: Reggina eliminata dal Cosenza ai rigori, non basta un Cetrangolo super

/

cetrangolo 02La Reggina e i calci di rigore: un’esperienza che agli amaranto  mancava esattamente da sei anni, da quel pomeriggio al Friuli di Udine quando il 12 novembre 2008 la squadra dello Stretto veniva eliminata in Coppa Italia agli Ottavi di Finale proprio dall’Udinese. La partita si era conclusa sul risultato di 0-0 dopo i tempi supplementari, ai rigori si andò ad oltranza e finì 8-7 per i friulani, dopo che Halfredsson sbagliò il penalty decisivo. All’85° minuto dei tempi regolamentari aveva sbagliato un altro calcio di rigore che avrebbe potuto regalare alla squadra la sua prima storica volta ai Quarti di Finale della Coppa Nazionale.

cosenza regginaStavolta è soltanto Coppa Italia di Lega Pro, e oggi pomeriggio al San Vito Cosenza-Reggina è rimasta inchiodata sullo 0-0 per 130 lunghissimi minuti tra tempi regolamentari, tempi supplementari e lunghissimi minuti di recupero. Una partita brutta, con tanti giovanissimi in campo schierati dai due allenatori che hanno preferito risparmiare (più la Reggina che il Cosenza, a dire il vero) alcuni dei loro uomini migliori per gli impegni più importanti del campionato. Cozza ha schierato dal primo minuto 6 titolari su 11, Di Lorenzo, Rizzo, Camilleri, Karagounis, Armellino e Louzada. Nel secondo tempo sono entrati in campo i giovanissimi Maimone, Gjuci e Syku.
La Reggina ha avuto una grande occasione con Alessio Viola che però nel secondo tempo s’è fatto stoppare da un difensore un tiro a colpo sicuro, dopo un dribbling sul portiere. Molto più pericolosi i padroni di casa che però non ce l’hanno fatta a superare un super Cetrangolo. Il giovanissimo portiere della Reggina, 17 enne prodotto del vivaio amaranto, è stato il migliore in campo con almeno 6 grandi parate, vere e proprie prodezze alcune delle quali miracolose, e tanti altri interventi sicuri a dispetto della giovane età.

Pochissimi spettatori presenti sugli spalti (337 paganti, di cui 5 della Reggina) ad assistere alla girandola dei rigori.

cetrangolo 01Cetrangolo riesce a pararne uno su cinque, ma l’epilogo è triste: Rizzo e Di Lorenzo sbagliano dagli 11 metri, la Reggina è ancora una volta eliminata dal dischetto (4-2 il risultato finale). Proprio come quell’ultima volta al Friuli di Udine sei anni fa.

A fine gara Rizzo ha guidato la squadra dai tifosi nel settore ospiti, per un breve chiarimento a garanzia dell’impegno della squadra per risalire la china in campionato dopo la mazzata di domenica a Lamezia.

Il Cosenza, dopo aver eliminato il Catanzaro nei trentaduesimi di finale, supera anche la Reggina e adesso agli Ottavi incontrerà la Salernitana.