fbpx

Reggina, Foti guarda al futuro con fiducia. Il grande gesto d’amore di Di Michele…

foti regginaSono e rimango l’unico responsabile di questa situazione che si è venuta a creare, non ci sono altri colpevoli se non Lillo Foti. Non sono legato alla sedia, solo che vorrei lasciare la Reggina in mani sicure. Il mio unico problema è iscrivere la squadra al campionato e sto lavorando per salvare l’azienda composta da 16 dipendenti“: parole importanti quelle rilasciate dal patron della Reggina Lillo Foti ai microfoni della Gazzetta dello Sport, intervistato dal collega Lorenzo Vitto.

Dalle nostre fonti, il tribunale dovrebbe o ha già approvato la nostra proposta per la ristrutturazione del debito. In merito al deferimento della Reggina non ho alcuna preoccupazione” ha aggiunto Foti.

Di MicheleLa Reggina, come ricostruisce il collega Vitto, a luglio incasserà circa 3 milioni di euro per la cessione di Bochniewicz all’Udinese (1,3 milioni), il paracadute della retrocessione e altri proventi della Lega, ma intanto dovrà pagare 800 mila euro ai vari Atzori, Castori e Dionigi con i rispettivi staff, e agli ex Bonazzoli, Colucci, Zizzari, A. Marino e Colombo, più 500 mila euro di contributi. “Stiamo pagando la foga di ritornare subito in serie A dopo la retrocessione del 2009, facendo il passo più lungo della gamba, acquistando per 700 mila euro Bonazzoli dalla Samp con un triennale da 600 mila euro netti a stagione e riservando lo stesso trattamento a Cacia e 500 mila a Volpi. Fallendo l’obiettivo, ci siamo trovati a convivere con la B e in più con ingaggi non alla portata. Comprendo tutti quelli che devono avere delle spettanze ed è giusto, alcuni hanno accettato la proposta mentre altri finora declinano. In serata abbiano risolto anche con Ipsa, mentre Barillà rimane e Adejo ha preferito svincolarsi. Perchè lasciare libero Adejo a 25 anni e tenersi Di Michele a 39? Adejo pesava nel bilancio, mentre Di Michele oltre a rinunciare alle spettanze, ha preferito siglare un accordo da calciatore per un altro anno e uno come tecnico delle giovanili (40 mila euro a stagione, ndr). Riguardo alle comproprietà, da discutere su Arrighini mentre per Fischnaller si va alle buste” dichiara Foti.

E Vitto conclude: “con Giacchetta più che mai al suo posto, poi si penserà all’allenatore. E, a sentire Foti, non è poi sicuro che sarà Cozza“.