Processo Fallara, Scopelliti: “valutazione politica, nessuna prova sul fatto che non potevo non sapere”

scopelliti e fallaraLa giustizia si fonda sul fatto che deve provare che io sapevo e non che non potevo non sapere“. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti commentando la richiesta di condanna avanzata dal pm nella sua qualita’ di ex sindaco di Reggio. “Perche’ cosi’ – ha proseguito – e’ una valutazione un po’ politica, perche’ bisogna provare in che modo fossi a conoscenza di quello che mi viene contestato”. ”Mi pare – ha sostenuto ancora Scopellitiche ad oggi tutto si fondi solo sul fatto che io non potevo non sapere. Se poi c’e’ qualcuno che e’ in grado di provare tutto cio’, perche’ la giustizia e’ questo, basandosi su certezze, allora cambia il discorso“. Durante una conferenza stampa sulle nuove navi da crociera in arrivo al porto di Reggio, alla domanda di un cronista che ha riportato la frase del pm Sara Ombra secondo cui “Scopelliti non poteva non sapere“, in riferimento ai bilanci oggetto del processo Fallara, il presidente Scopelliti ha dichiarato a caldo: “Mi fa piacere che anche lei evidenzi il concetto secondo cui ‘non potevo non sapere’, che per la giustizia italiana non esiste“. “L’esito di un processo, invece – ha aggiunto Scopellitidovrebbe fondarsi su atti e sulla dimostrazione di fatti: le cosiddette prove certe“.


Segui StrettoWeb su Instagram

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE