L’incredibile protesta di Casey Jenkins: ricama una sciarpa con il gomitolo nella vagina [VIDEO]

ecsImgknitting-7630046830910942514-2878977L’arte punta sempre a stupire, ma questa volta ha superato ogni limite. Casey Jenkins, un’artista di 34 anni ha avuto un’idea assurda che lascia tutti a bocca aperta: ha deciso di lavorare a maglia per 28 giorni di fila, ma in un modo un po’ … particolare. Infatti il gomitolo di lana che le serve per lavorare è impiantato nella sua vagina! L’artista non è sempre in compagnia del gomitolo, e non lavora 24h al giorno: quando è ora di andare a dormire Casey si separa dal suo amico gomitolo. E’ possibile vederla dal vivo in una galleria d’arte australiana dove si “esibisce” ogni giorno. L’artista ha spiegato come mai questa scelta: una protesta! Contro la società maschilista che vede la donna destinata ai ferri e al lavoro a maglia. Inoltre Casey ci tiene a far cambiare idea riguardo l’organo genitale femminile, che la società guarda con paura. I 28 giorni della mostra includono anche i giorni del ciclo della donna, che ha deciso di non smettere di lavorare, nemmeno in quel periodo, ammettendo però che il lavoro è più complicato essendo la lana bagnata. Ecco il video: