Traversata dello Stretto in bicicletta rinviata a domani per condizioni meteo avverse

imagesE’ rinviata a domani, domenica 13 ottobre, la prima traversata delle Stretto di Messina andata e ritorno,da Scilla a Cariddi, con una normale bicicletta da corsa attrezzata con il kit Shuttle-Bike, inventata e brevettata dal vigevanese Roberto Siviero. Per rendere la traversata ufficiale sarà presente la F.I.Cr. (Federazione Italiana Cronometristi). La distanza del percorso in linea retta è di 2,95 miglia pari a 5.463 metri e la sfida sarà anche contro le correnti dello stretto di Messina che sono molto conosciute e possono raggiungere anche i 6-10 nodi. La navigazione verrà sospesa per 4 ore in accordo con le Capitanerie competenti. L’evento racchiude sport, cultura ed innovazione made in Italy e, propone un tentativo di Record di un nuovo sport emergente, con un modo unico e nuovo di vivere l’acqua, facendo attività sportiva in modo ecologico. L’evento era in programma per stamani, ma le condizioni meteo avverse con clima instabile e forti venti, hanno costretto gli organizzatori a rinviare tutto a domani, quando il meteo sarà più clemente.
Immagine-1Come obiettivo, l’evento si propone di entrare anche nel Guinness World Record e di devolvere il ricavato delle offerte in beneficenza, a favore della Casa Anziani di Scilla gestita dalle Suore Veroniche dal Volto Santo.
Sostengono l’iniziativa le Associazioni locali: Lega Navale Italiana Delegazione di Scilla (RC), Associazione Nazionale Marinai d’Italia Sezione Scilla, Associazione Culturale Chianalea, P.I.E.C.C. Punto incontro Escursione Costiere in Canoa e a seguire la prima mondiale con il tentativo di ottenere il Guinness World Record, fotografi e giornalisti ufficiali della Scilla Nuoto.
Le pratiche burocratiche e le richieste dei permessi per rendere possibile l’evento sono state cortesemente espletate dal Presidente della Scilla Nuoto, Carmine Pirotta.
La Protezione Civile di Scilla curerà la parte delle radiotrasmittenti per la comunicazione tra le imbarcazioni a seguire.
Shuttle- BikeStrettoWeb.com sarà impegnata nelle riprese video, con le immagini online in esclusiva.
L’evento viene patrocinato dal Consiglio Regionale della Calabria, Provincia di Reggio Calabria, Comune di Scilla, Comune di Campione D’Italia e dal Casinò di Campione D’Italia.
Il sindaco Maria Paola Rita Mangili Piccaluga del Comune di Campione D’Italia e l’amministratore delegato della Casa da Gioco Carlo Pagan hanno dato parere favorevole ad un evento certamente sportivo ma in particolare a sfondo sociale.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE giorno 13/10/2013

  • Riunione tecnica con il personale e imbarcazioni in assistenza ore 10.30
  • Verifica imbarcazioni, materiale per assistenza e preparazione alla partenza ore 11,30
  • Partenza dalla spiaggia Marina Grande di Scilla, presso hotel Krataiis ore 12,00
  • Giro di boa a Punta Faro Messina.
  • Arrivo sulla spiaggia Marina Grande di Scilla previsto dalle 14,00 alle 14,30 max

Da oramai sedici anni nessuno ha più tentato di sfidare tale record detenuto dal nuotatore pentatleta Francesco Di Fede, messinese, che nel 1997 ha stabilito il tempo di 53 31′ 1” di attraversata.

CHI E’ FRANCO GIUSEPPE CIANTI
Franco Giuseppe Cianti nasce a Viganello (Lugano) il 23 ottobre 1961, impiegato tecnico del Casinò di Campione. Ideatore e organizzatore del Baby Giro® D’Italia a favore dei Bambini Farfalla (bambini colpiti dalla epidermolisi bollosa) con cui ha raccolto diversi fondi tramite due edizioni ed affiancato dalla pluricampionessa del mondo MTB Anna Mei. Personaggio sportivo, amante della bicicletta ha realizzato il giro d’Italia in solitaria percorrendo oltre 4000 Km, per beneficenza. Sempre per beneficenza, da Campione d’Italia ha raggiunto Roma in Bicicletta in una sola tappa,arrivando in Piazza San Pietro e ricevuto in udienza da Papa Ratzinger.
L’idea della traversata dello Stretto di Messina, nasce non molto tempo fa, quando Giuseppe decide di chiudere un’ottima stagione sognando di celebrare i suoi 52 anni con una performance mai tentata da nessun altro della sua età, siglando un evento davvero da record.
DAL SOGNO ALLA REALTA’ – All’Inizio del 2013 Giuseppe, si prefissa diversi obiettivi, tutti raggiunti. La voglia di affrontare questa impresa particolarmente impegnativa nasce quando conosce ed apprezza appieno un nuovo modo di vivere la bicicletta e precisamente: pedalare sull’acqua con il kit Shuttle-Bike, inventato, brevettato e costruito interamente in Italia, da Roberto Siviero, contando ovviamente sulla sua eccellente forma fisica.
Questo non sarà un progetto fine a se stesso ma, servirà come prova per un’altra sfida molto più ambiziosa, che Giuseppe si prefiggerà di fare nel 2014.

COSA E’ IL KIT SHUTTLE-BIKE, KIT DI TRASFORMAZIONE DI UNA NORMALE MOUNTAIN-BIKE DI SERIE IN UN NATANTE. IL TUTTO TRASPORTABILE……IN UNO ZAINETTO.
La trasformazione consiste in una serie di attacchi denominati “fissi”, che hanno la caratteristica di essere universalmente adattabili ai vari tipi di telai di biciclette in commercio. Essi si bloccano al telaio della bicicletta in maniera permanente e non compromettono in nessun modo l’utilizzo della stessa su strada.
E’ bene sottolineare che la tecnica del kit SHUTTLE-BIKE ® è stata talmente razionalizzata e sintetizzata, che per il montaggio occorrono circa 15 minuti, in tutta calma.
L’apparecchiatura è costituita da una serie di elementi assemblabili ad innesto rapido, che formano un’intelaiatura galleggiante alla quale può essere ancorata la bicicletta, che si trasforma quindi in un veicolo galleggiante, con un’ottimale movimentazione e direzione anche in presenza di correnti od onde.
Per ottenere il movimento del mezzo è sufficiente pedalare. In questo modo si aziona il gruppo propulsore ad elica che è costituito da un rullo che aderisce alla ruota posteriore e, tramite un cavo flessibile, trasferisce il movimento al propulsore, che è posizionato sotto la ruota anteriore. Girando il manubrio a destra oppure a sinistra si ottiene la variazione di direzione. www.shuttlebike.it