Reggio: chiude i battenti la prima edizione del Festival del cabaret “Facce da bronzi”

/

IMG_0191Chiude i battenti la prima edizione del Festival del cabaret “Facce da bronzi” tra gli applausi del pubblico che, ieri sera, su un lungomare Falcomatà gremito, ha partecipato al Gran Gala finale della risata. A sfidarsi a colpi di sketch e battute esilaranti, i nove comici finalisti: Filippo Totaro (Manfredonia), I Quattro gusti (Palermo), Carlo De Benedetto (Torino), Jo Kattolo e Alvin (Reggio Calabria), Sale & Pepe (Palermo), Davide Mancini (Genova), Francesco Arno (Cosenza), I Fusibili (Caltanissetta) e Mariuccia Cannata (Ragusa) che, guidati dal duo comico “I non ti regoli” (Giuseppe Scorza e Giuseppe Mazzacuva) accompagnati dalla giornalista Geneviève Makaping, hanno creato tanti divertenti sketch e gag coinvolgendo grandi e bambini. Tra un’esibizione e l’altra, ampio spazio è stato lasciato alle coreografie del corpo di ballo Studio Danza di Danila e Andrea Crisafi e alle performance canore di Meriam Jane e Luigi De Stefano ma a trascinare il pubblico ci hanno pensato gli ospiti della serata i Senso D’oppio direttamente da Zelig Circus. Oltre 30 minuti di pure risate con degli sketch veloci e dinamici imperniati sulla musica e la destrezza mimica e vocale. L’evento, promosso dall’associazione culturale arte e spettacolo “Calabria dietro le quinte”, ha aderito al progetto MAFIA NO ed è stato realizzato in collaborazione con l’Associazione di volontariato “Promuovi” e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio provinciale di Reggio Calabria e del Comune di Reggio Calabria. Un lavoro davvero impegnativo per la giuria tecnica che, alla fine, ha decretato i tre vincitori: i primi classificati e il Premio originalità è stato assegnato ai “4 Gusti” da Palermo (Salvatore Ferraro, Domenico Fazio, Danilo lo Cicero e Giuseppe Stancampiano) vincitori di un contratto artistico da 1.000 euro. Il secondo classificato e il premio della critica “Radio Touring 104” è andato al duo “I Fusibili” da Caltanissetta (Giulio Amico e Cristian Abbate) mentre si è classificato al terzo posto la simpaticissima Mariuccia Cannata da Ragusa che ha raccolto anche il Premio del pubblico e del miglior testo. Infine, il premio “Mafia No” è stato consegnato ai giovanissimi Sale & Pepe (Roberto Lipari, Antonio Pepati) di Palermo.

“E’ stata una kermesse che ha messo in risalto i talenti nostrani della bella Italia – afferma il presidente del Consiglio Antonio Eroi – ma anche ha dato l’opportunità a due giovani reggini, il duo I non ti regoli, di mettere su un evento di tiratura nazionale che è stato un’importante vetrina per la nostra città. Questo format sarà di sicuro riproposto il prossimo anno anche perché dobbiamo permettere ai nostri giovani artisti di poter essere conosciuti a livello nazionale, di potersi esibire e mostrare il loro talento e il festival Facce da Bronzi è un buon trampolino di lancio. In questi mesi il pubblico ha apprezzato in ogni tappa del festival le performance di cabarettisti che hanno dato vita a sketch esilaranti, attuali e per nulla volgari. Un ringraziamento speciale va al presidente della Provincia Giuseppe Raffa e al commissario prefettizio Giuseppe Castaldo con i quali abbiamo realizzato questo grande evento”.

Questo slideshow richiede JavaScript.