fbpx

Incidente Crocetta, l’agente gravemente ferito è ancora in rianimazione. Vergognose reazioni sul web

579656_519625924779263_770262225_n

Ancora nessuna novità per Vincenzo Zerbo, 50enne agente della scorta di Crocetta gravemente ferito nel brutto incidente stradale di ieri sera. Dopo la tac, i sanitari gli hanno riscontrato traumi cranico e toracico. E’ ancora ricoverato nella divisione di Rianimazione dell’Ospedale Umberto I di Siracusa e la speranza è che riesca a farcela. La prognosi resta ancora adesso riservata. Meno allarmante, anche se pure in questo caso la prognosi e’ riservata, le condizioni dell’altro agente di scorta, Antonio Grigoli di 41 anni: ha subito una frattura esposta alla caviglia destra e sara’ ricoverato in ortopedia. La prognosi potrebbe essere sciolta una volta completati gli accertamenti. L’addetto al seguito del Governatore, Giuseppe Comandatore, 52 anni, ha invece riportato una serie di forti contusioni. Le sue condizioni non destano particolare apprensione.

Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente. Secondo una prima ricostruzione l’auto della scorta che seguiva quella su cui viaggiava Crocetta, ha sbandato impattando con violenza contro un separatore del traffico dei nuovi caselli di Cassibile, come possiamo osservare nella foto a corredo dell’articolo. Le cause sono ancora al vaglio degli investigatori.

Da segnalare, infine, reazioni vergognose sul web: alcuni si sono scatenati sui social network, tra facebook e twitter, cogliendo l’occasione di una simile tragedia per spalare fango e screditare le forze dell’ordine e gli agenti che ogni giorno con grandi rischi e sacrifici fanno da angeli custodi ai nostri rappresentanti istituzionali: “ben gli sta, vanno sempre troppo veloci e fanno i furbi a superare le auto in fila” scrive qualcuno. “Peccato che lui non s’è fatto niente“, un altro riferito a Crocetta. Post vergognosi che meritano con forza una dura condanna. Perchè ormai in questo Paese non siamo più in grado di riflettere neanche di fronte a simili avvenimenti che rischiano di distruggere la vita di intere famiglie. Da parte della Redazione di StrettoWeb, tutta la più sentita vicinanza ai familiari di Vincenzo Zerbo con l’augurio che possa rimettersi presto.