Messina: le attività del personale forestale mobilitato per la cura e il decoro in città e in provincia (FOTO)

/

OLYMPUS DIGITAL CAMERALa Legge Regionale del 15.05.2013 n.9  art. 25 c. 3 ha apportato delle importanti modifiche alla L.r.  16/96 n.6 dell’art.14 ampliando i compiti dell’Azienda Reg.le Foreste Demaniali, in particolare l’ art. 25  “Contenimento della spesa e valorizzazione delle risorse umane nel settore forestale” di cui i più importanti sono gli interventi alla tutela e al miglioramento ambientale, alla prevenzione del dissesto idrogeologico, alla manutenzione delle aree verdi pubbliche, siti archeologici, interventi finalizzati al miglioramento del paesaggio rurale e ambientali e alla Rete Natura 2000, inoltre, cura, pulizia e scerbatura meccanica e manuale di parchi,ecc.

    Altri compiti sono la cura e la pulizia delle proprietà del demanio marittimo,di fiumi e torrenti, cura, pulizia, e scerbatura del verde presente nelle scuole pubbliche , università, centri di ricerche, musei, ospedali, cura e pulizia del verde pubblico di proprietà dei comuni.

     Dalla pubblicazione della suddetta legge, sono state numerose le richieste da parte degli Enti Pubblici e dei Comuni all’U.P.A. di Messina per chiedere collaborazione.

     La nota Dipartimentale prot. n.10226 del 5 Luglio 2013, ha dato le Direttive agli Uffici periferici per intervenire, con priorità di intervento  per le proprietà appartenenti agli Enti regionali, comuni commissariati o sciolti per mafia, comuni o Enti territoriali in situazioni di dissesto, comuni ecc.

     Gli interventi dovranno essere finalizzati alle opere urgenti e favorire   la tutela della sicurezza pubblica  e privata e prevenire incendi e la valorizzazione e fruizione dei beni demaniali e comunali,dal punto di vista ecologico – ambientale ecc.

     L’Azienda Foreste Demaniali eseguirà i lavori in base alle disponibilità economiche che avrà a disposizione.

     Gli interventi saranno eseguiti in economia e per amministrazione diretta ai sensi dell’ art. 64 della L.R.16/96 e s.m.i.

     Sono a carico degli Enti i costi di esercizio delle attrezzature, gli oneri di eventuale trasporto e conferimento alla discarica dei prodotti di sfalcio, potature e ogni altro acquisto e spesa sono a carico dell’Ente richiedente.

     Si dovrà sottoscrivere una convenzione tra l’Azienda FF.DD. e Ente prima dell’inizio dei lavori.

     L’U.P.A. di Messina, dopo il sopralluogo effettuato giorno 18.07.13 da tecnici di questo Ufficio in accordo con la Dott.ssa Caterina Di Giacomo Direttrice del Museo, inizierà ad intervenire dalla prossima settimana al Museo Archeologico di Messina in Via della Libertà 465, dove le erbe infestanti già seccate hanno ricoperto  i reperti archeologici in esposizione  con grave pericolo che possa scoppiare un’ incendio.

      Inoltre il personale forestale procederà anche al taglio di una palma attaccata dal punteruolo rosso.

     Successivamente si interverrà in accordo con l’ASP di Messina alla scerbatura delle zone limitrofe ed interne dei presidi ospedalieri e territoriali della provincia di Messina.

     I primi interventi saranno effettuati all’ex p.o. “ R. Margherita” e alla Cittadella sanitaria “ L. Mandatari”entrambi in Messina.