Reggio Calabria “capitale” del verde in Italia: 1° posto tra le “big”, risultato straordinario (DATI)

reggio calabria 01Nelle città italiane c’è sempre più verde urbano, con una media del 2,8% di verde nei territori dei comuni capoluogo pari a oltre 570 milioni di metri quadrati. Per ogni italiano che vive in città c’è a disposizione, in media, uno spazio di verde pari a 31,4 metri quadrati: sono i dati del report dell’Istat ‘Dati ambientali nelle città, Qualita’ dell’ambiente urbano‘. Ad elevato ‘profilo’ verde ci sono 16 comuni, solo il 13,8% dei capoluoghi di provincia: ben 7 in Lombardia (Como, Monza, Brescia, Pavia, Lodi, Cremona, Mantova), Prato, Matera, Reggio Calabria, Genova, Trieste, Roma, Napoli, Palermo e Cagliari. Mentre in 52 comuni la superficie verde e’ piu’ contenuta rispetto alla densita’ media: tra questi la meta’ dei capoluoghi del centro e quasi il 62% di quelli del Mezzogiorno, incluse ”importanti realtàcome Bari e Catania”.

porto di reggio calabriaNelle regioni del Nord circa il 43% dei comuni offre agli abitanti una buona disponibilità di verde (superiore alla media nazionale) e valori particolarmente consistenti a Verbania, Sondrio, Trento, Pordenone e Gorizia (tutte città con valori superiori ai 100 m2 per abitante), e Vercelli, Cuneo, Como, Monza e Reggio nell’Emilia (con dotazioni oltre i 50 m2 pro capite), mentre sono contenute quelle delle città liguri (a Savona e Imperia inferiori ai 9 m2 per abitante e a La Spezia e Genova sotto i 20 m2). La quota di città con buona dotazione scende sotto il 30% al Centro e nel Mezzogiorno, dove in particolare solo alcune città contribuiscono ad elevare il valore medio ripartizionale (33,7 m2): i capoluoghi lucani (Matera con 978,2 m2 per abitante è la città a più alta disponibilità pro capite; Potenza, con 361,4 m2, è terza nell’ordinamento), Reggio di Calabria e Iglesias (con valori superiori ai 100 m2 pro capite), Agrigento, Nuoro, Cagliari e Carbonia (tutte con valori superiori ai 50 m2 per abitante). La più contenuta disponibilità pro capite caratterizza il Centro (in media 22,5 m2 per abitante) dove, al netto di Terni (quasi 150 m2 per abitante), tutti i capoluoghi mostrano valori inferiori ai 50 m2 (e ad Ascoli Piceno sotto la soglia dei 9 m2 per abitante).

reggio calabriaNello specifico, i dati di Reggio Calabria sono estremamente positivi, con una disponibilità di verde urbano di 102 metri quadrati per abitante. Solo Matera, Potenza, Iglesias, Sondrio, Terni, Trento e Gorizia ne hanno di più: si tratta dell’8° posto su 115 città monitorate. Dopo di Reggio, al 9° e al 10° posto troviamo Verbania e Agrigento. Ma tra le prime 10, Reggio è la città di gran lunga più grande forte dei suoi 180.000 abitanti:  Trento conta 115.000 abitanti, Terni 110.000, Potenza 66.000, Agrigento e Matera 60.000, Gorizia 35.000, Verbania 30.000, Iglesias 28.000 e Sondrio appena 22.000. Nel rapporto “verde-metri quadri per abitante”, infatti, è fondamentale anche la popolazione. E Reggio Calabria, che per abitanti è la 19^ città d’Italia, in questa speciale classifica è la prima in assoluto tra le big. Nessuna delle prime 36 città d’Italia, esclusa Reggio, fa parte della top-ten delle città con più verde! Dopotutto “Reggio è un grande giardino, uno dei luoghi più belli che si possano trovare sulla terra“, sulle orme del grande scrittore inglese Edward Lear.

Torniamo ai dati: la media nazionale è di 31,4 metri quadrati di verde urbano per abitante. Malissimo Messina, con soli 6,3 metri quadrati per abitante, uno dei dati peggiori d’Italia. Crotone con 3,1, Trani con 2,5, Caltanissetta con 2,2 e Taranto con 1,8 chiudono la graduatoria agli ultimi 4 posti.

Immagine