fbpx

Disoccupazione, i dati dell’Eurozona: disastro Spagna e Portogallo, molto peggio dell’Italia!

disoccupazione In lieve calo il tasso di disoccupazione in Italia che a giugno scorso e’ al 12,1% dal 12,2% di maggio ma e’ sempre allarme per i giovani: l’Istat rileva che tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 642 mila e rappresentano il 10,7% della popolazione in questa fascia d’eta’. Aumenta inoltre il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, pari al 39,1%, in aumento di 0,8 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,6 punti nel confronto tendenziale. Il tasso di inattivita’ si attesta al 36,4%, in aumento di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,2 punti su base annua. Sempre a giugno scorso, prosegue l’Istat, gli occupati sono 22 milioni 510 mila, in diminuzione dello 0,1% rispetto al mese precedente (-21 mila) e dell’1,8% su base annua (-414 mila). Il tasso di occupazione, pari al 55,8%, rimane invariato in termini congiunturali e diminuisce di 1,0 punti percentuali rispetto a dodici mesi prima.
giovani_lavoro_disoccupazioneIl numero di disoccupati, pari a 3 milioni 89 mila, diminuisce dell’1,0% rispetto al mese precedente (-31 mila) ma aumenta dell’11,0% su base annua (+307 mila). Nonostante il tasso di disoccupazione sia sceso al 12,1%, in realta’ a giugno prosegue la riduzione degli occupati, e in realta’ il tasso e’ del 15,4%, segnala Confcommercio, nel suo consueto Misery Index. In particolare, spiega, “questo apparente miglioramento e’ dovuto al fatto che la riduzione del numero di disoccupati (-31mila persone rispetto a maggio) e’ stata maggiore della riduzione del numero di occupati (-21mila persone)”. Nell’Eurozona, invece, il tasso di disoccupazione rimane stabile al 12,1% per il quarto mese consecutivo: la buona notizia e’ che il numero dei senza lavoro e’ per la prima volta leggermente in calo a 19,266 milioni contro i 19,290 di maggio. Le cose vanno ancora meglio per la Germania dove il numero dei senza lavoro a luglio ha subito un calo inatteso di 7 mila unita’, scendendo a 2,943 milioni. Gli analisti avevano previsto un dato invariato. Il tasso di disoccupazione risulta stabile al 6,8%, prossimo ai minimi storici.

Ecco a confronto i tassi di disoccupazione, generali e giovanili, dei diversi paesi dell’Eurozona, secondo i dai diffusi da Eurostat, riferiti al mese di giugno. Se si guarda al dato complessivo l’Italia risulta in linea con la media di Eurolandia. Invece, tra gli stati per cui sono disponibili le stime di giugno (fa eccezione fra gli altri la Grecia, ferma ad aprile), la Penisola risulta tra quelli che scontano la quota piu’ alta di under 25 senza posto.

TASSI DISOCCUPAZIONE GIUGNO 
PAESI – TOTALE (%) – GIOVANI (%) (In rosso i Paesi con situazioni peggiori rispetto a quella Italiana)

  • Belgio – 8,7% 23,8%
  • Germania – 5,4% – 7,5%
  • Irlanda13,5% – 26,5%
  • Spagna – 26,3% – 56,1%
  • Francia – 11,0% – 25,7%
  • Italia – 12,1% – 39,1%
  • Cipro – 17,3 – 37,8%
  • Lussemburgo – 5,7% – 19,7%
  • Malta – 6,1% – 11,2%
  • Olanda – 6,8% – 11,0%
  • Austria – 4,6% – 9,3%
  • Portogallo – 17,4% – 41,0% 
  • Slovenia – 11,2% – 24,1%
  • Slovacchia14,5% – 36,1%
  • Finlandia – 8,0% – 20,7%
  • Media Ue 17 – 12,1% – 23,9%