Metromare, salta il collegamento Reggio-Messina. Isolamento sempre più vicino tra le 2 città dello Stretto

pontile-metromare-messinaFinisce nel peggiore dei modi, almeno per Reggio, la vicenda Metromare.

Il servizio terminerà ufficialmente il 28 giugno e a quanto pare in modo definitivo a meno che non ci siano sorprese dell’ultima ora; fra due giorni esatti, dunque, stop ai collegamenti tra Reggio e Messina con gli aliscafi.

Ieri al Ministero dei Trasporti si sono aperte le buste per l’appalto dei servizi di navigazione tra le due sponde dello Stretto; come già anticipato nelle scorse settimane da StrettoWeb, i partecipanti erano la Blueferries, già socia del consorzio Metromare con Ustica Lines, e la NLG ( Navigazione Libera del Golfo della famiglia Aponte di Napoli).

E ad aggiudicarsi la sola tratta fra Messina e Villa San Giovanni è stata proprio la società napoletana con un’offerta di 970.000 euro per assicurare il servizio fino al 31 Dicembre; inutile pensare al nuovo anno quando c’è un’altra questione ancor più spinosa lasciata irrisolta.aliscafo metromare

La tratta Reggio Calabria-Messina, infatti, non è stata appaltata e, dunque, è destinata ufficialmente a scomparire.

Le lettere di preavviso di licenziamento recapitate ai lavoratori del consorzio Metromare adesso sembra che debbano essere prese in considerazione sul serio a maggior ragione anche del fatto che il Ministero nel bando di gara non avesse inserito alcuna clausola di tutela occupazionale dei lavoratori Metromare.

Per adesso il patron della NLG assicura che “i lavoratori non saranno lasciati a casa, soprattutto considerato che si tratta di un appalto di soli sei mesi. Se dovessimo restare nel prossimo triennio potremmo valutare ipotesi diverse”.

Una soluzione questa della vicenda Metromare, che di fatto non lascia soddisfatto nessuno; la stessa porto di reggio calabriaNLG ha confermato che a causa dei problemi logistici i collegamenti subiranno sicuramente qualche giorno di stop nell’attesa anche dell’autorizzazione del Ministero.

Poco tempo per un’operazione, che avrebbe richiesto denaro, mezzi e soprattutto buona volontà.

Come si può pensare di appaltare un solo tratto lasciando scoperta Reggio? Se l’obiettivo era quello di isolare la nostra città e di far infuriare i cittadini, bhè ci sono assolutamente riusciti.

Il pasticciaccio brutto della Metromare continua e anzi fa ancora più danni.