Elezioni comunali Sicilia: vince il centrosinistra di Crocetta, crolla il Pdl, clamoroso flop dei grillini

elezioni_sicilia_regione_crocetta_01I dati delle elezioni amministrative in Sicilia arrivano a rilento, ma sono già molto chiari: a vincere è il centrosinistra di Crocetta mentre crolla il Pdl e i grillini fanno flop in modo clamoroso. Dopo la conquista della Regione e della città capoluogo, Palermo, il centro/sinistra e il Pd stanno per vincere al primo turno anche nella seconda e nella terza città della Regione, Messina e Catania, dove molto probabilmente Bianco e Calabrò saranno incoronati “Sindaco” senza bisogno di ricorrere al ballottaggio. Quella di Crocetta è una grande vittoria politica, il governatore è forte dell’alleanza con l’Udc che in Sicilia ha ancora un grande peso (con percentuali superiori al 10% nelle grandi città) ma riesce a raccogliere il consenso anche della sinistra più radicale, o almeno di una sua parte.
MOVIMENTO 5 STELLECLAMOROSO FLOP DEI GRILLINI - Clamoroso flop del Movimento 5 Stelle che in Sicilia aveva avuto picchi di oltre il 30% alle politiche di febbraio, e si era affermato anche l’anno scorso alle Regionali: eccezion fatta per Ragusa, dove il grillino Piccitto andrà al ballottaggio (ma con un “misero” 16%), il Movimento di Beppe Grillo perde decisamente consenso. A Messina e Catania addirittura non riesce neanche  a superare la soglia di sbarramento con le candidate Maria Sajia (a Messina) e Lidia Adorno (a Catania) ferme al di sotto del 3%.
CROLLA IL PDL - Crolla anche il Pdl, che perde in alcune sue storiche roccaforti, nella stessa Catania dove l’uscente Stancanelli si ferma al 35%, ma anche a Messina dove Garofalo è addirittura al 18%.  Altra sconfitta del Pdl si registra, infine, a Siracusa, dove il candidato sostenuto dall’ex ministro Stefania Prestigiacomo, Edy Bandiera, non riuscirebbe a raggiungere l’obiettivo minimo del ballottaggio superato dal concorrente sostenuto da Vincenzo Vinciullo, Paolo Reale.