fbpx

Giuseppe Tusa: amici e conoscenti invadono la bacheca del giovane milazzese con messaggi d’addio

giuseppe tusa milazzoLa notizia che nessuno voleva sentire è arrivata qualche ora fa: tra le vittime del disastro di Genova c’è anche Giuseppe Tusa, 30 anni, di Milazzo. Sottocapo di seconda classe della Capitaneria di Porto di Genova, Tusa aveva una grande passione: la musica. Si esibiva come deejay in molti locali della provincia di Messina, col nome d’arte di Giuppy Black. E tanto sono gli amici e i conoscenti che ora lo stanno omaggiando con un ultimo saluto su Facebook.

La bacheca di Giuseppe è infatti invasa da foto e messaggi, anche se ancora in molti regna l’incredulità per una tragedia impensabile. Alcuni colleghi della Capitaneria hanno pubblicato delle foto, altri video con esibizioni e ricordi dei momenti passati in radio o a suonare nei locali della zona. E sicuramente Giuseppe non vedeva l’ora di ricominciare a far ballare la gente con la sua musica. Tra pochi giorni infatti sarebbe tornato a Milazzo e proprio qui avrebbe inaugurato, il 24 maggio, la stagione estiva, in un locale del Borgo.

Giovanni lo saluta con un proverbio: “Un giorno chiesi ad un anziano perché vanno via sempre i migliori e lui mi rispose: se tu sei in un prato, quali fiori raccogli? i più belli o i più brutti?“. Altri scrivono ancora: “la tua musica vivrà in noi“, “non ci sono parole, caro Peppe sarai sempre nei nostri cuori“. Scrive Salvatore: “Ciao Peppe. Eri e sarai sempre il nostro dj“.