Dagli islamici via a un’azione legale contro chi “tifa” per Etna e Vesuvio affinchè distruggano il Sud

L’Unione delle Comunita’ e Organizzazioni Islamiche in Italia insorge contro il manifesto con la foto satellitare dell’Italia, troncata a meta’ e la scritta “Forza Etna, forza Vesuvio, forza Marsili”, con tanto di tre punti esclamativi, che suona quasi una supplica ai tre vulcani, chiamati a trasformare un’immagine in realta’. “Il manifesto che ritrae Donatella Galli, diffuso nei giorni scorsi – afferma una nota diffusa dal portavoce dell’Ucoii, Hamza Piccardo – contiene espressioni inqualificabili e un’atroce illustrazione. E’ un orrida istigazione al razzismo e all’antisemitismo che non puo’ essere tollerata”. L’auspicio dei musulmani italiani e’ che si “sia trattato di un squilibrio mentale ora riconosciuto e curato”. “L’Unione delle Comunita’ Islamiche in Italia – si legge – ne ha comunque chiesto l’immediata rimozione e l’eventuale deferimento dei responsabili della pubblicazione all’autorita’ giudiziaria”. E “per questo l’avvocato Luca Bauccio ha ricevuto mandato per operare in tal senso”.