Soppressione per gli animali per svuotare i canili e contrastare gli abbandoni. Animalisti:VIA!

Ha suscitato non poco scalpore la proposta del Consigliere Provinciale Giancarlo Carocci (Umbria Tricolore) di sopprimere gli animali anche se sani.

Immediata la reazione degli animalisti che senza sosta stanno chiedendo a gran voce le dimissioni del Consigliere reo di non essere a conoscenza delle leggi quadro a tutela degli animali da affezione. Il coordinatore nazionale del Partito animalista europeo,  Enrico Rizzi, ha già sporto formale denuncia-querela presso la Procura della Repubblica di Perugia contro Carocci per il reato di “istigazione a delinquere” e per tutti gli altri reati che saranno ravvisati dall’autorità giudiziaria. «Tale proposta, infatti – sottolinea Rizzi – oltre ad essere incivile e vergognosa, risulta essere a tutti gli effetti di legge un’istigazione a delinquere in quanto la tutela giuridica degli animali è normata dalla Legge 189/04 che punisce con la reclusione fino a due anni chiunque cagiona senza alcuna necessità la morte a un animale».

 

E’ in costante aumento il numero dei firmatari di una petizione on line promossa dall’associazione animalista X4zampe tramite il sito di Repubblica che ha già raccolto quasi 4500 firme in poche ore. Gli animalisti indignati stanno inoltre intasando centralini e fax della Provincia chiedendo a gran voce provvedimenti al Presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi.

 

Mentre al momento nessuno si è esposto per prendere le difese del Carocci si attendono dichiarazioni ufficiali del Presidente Marco Vinicio Guasticchi sul sito www.provincia.perugia.it e sulla pagina facebook ormai assediata dagli animalisti. Giovedì alla Provincia di Perugia, come ordine del giorno verranno discusse le dichiarazioni del Consigliere.

Carocci su You Tube