Il Tribunale di Castrovillari in prima linea per il benessere lavorativo

Presentato il progetto "Ascoltami", l'iniziative che promuove l'equilibro della carriera dell'avvocato con la vita privata e il benessere

StrettoWeb

Un progetto che mette i dipendenti al primo posto: a Castrovillari parte “Ascoltami”, presentato oggi nell’aula magna del Tribunale durante un convegno organizzato dal Comitato per le pari opportunità del consiglio dell’ordine incentrato sul tema “Il benessere dell’avvocato: un Diritto trascurato”.

L’obiettivo è garantire il benessere lavorativo inteso come sicurezza dei luoghi di lavoro, presenza di aree pulite, relazioni positive tra colleghi, con i Magistrati, con gli uffici di Cancelleria, e soprattutto possibilità di organizzare i tempi – spesso troppo frenetici – che impone la vita professionale.

I partecipanti al convegno

Il convegno, organizzato e fortemente voluto dal CPO – Comitato per le Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Castrovillari, ha visto la partecipazione del presidente Giovanni Servidio e la partecipazione di Mariateresa Petta, componente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Castrovillari, Angela Rizzo moderatrice e componente del CPO, ed hanno registrato le relazione degli avvocati Marianna Monte, Eugenio Gioiella, Angela Tocci e Ivana Costabile, tutti componenti del CPO di Castrovillari.

Un questionario per trovare l’equilibrio

Il progetto metterà un questionario a disposizione dell’avvocatura per monitorare peculiarità e criticità della professione e fornire un quadro sul grado di benessere del professionista. Il fine ultimo è quello di raggiungere e costruire un equilibro tra la vita e il lavoro garantendo il benessere fisico e psicologico dell’avvocato.

In questo quadro la commissione pari opportunità intende cogliere tutte quelle potenziali attività che possono migliorare la qualità dell’attività professionale dei colleghi, coniugando sia il lavoro che la vita privata.

Condividi