Reggio Calabra, taglia la strada ad un giovane centauro facendogli perdere l’equilibrio: motociclista ricoverato

Reggio Calabria, controlli a tappeto nella Piana: 14 automobilisti drogati e ubriachi, fermato anche un pirata della strada

StrettoWeb

I giorni appena trascorsi sono stati all’insegna di grandi eventi culturali e di spettacolo nella piana di Gioia Tauro e molte persone hanno scelto il territorio della pianigiano per trascorre il proprio tempo libero.  Per questa ragione, i Carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro hanno intensificato la loro presenza nelle zone interessate dalla movida e lungo le principali arterie stradali, per garantire la sicurezza degli utenti della strada e l’ordinato vivere civile.

Numerosi i controlli dalle pattuglie impiegate, con quattordici guidatori trovati in stato di ebrezza ed uno in evidente stato di alterazione da sostanze stupefacenti. Per tutti questi, è partita la segnalazione alla Procura della Repubblica di Palmi più la revoca della patente.

Fra i denunciati, anche il conducente di un’autovettura che, qualche giorno fa, ha tagliato la strada ad un giovane centauro, facendogli perdere l’equilibrio. Per l’impatto, il motociclista è stato ricoverato preso l’Ospedale di Polistena ed è ora fuori pericolo di vita. L’investitore, secondo la tesi investigativa dei Carabinieri, deve rispondere di lesioni stradali gravissime e omissione di soccorso.

Da ultimo, la presenza dei militari dell’Arma ha anche permesso di individuare un pregiudicato che, sottoposto agli arresti domiciliari presso una comunità di Cittanova, aveva arbitrariamente deciso di allontanarsi dalla struttura. Fermato dai Carabinieri, gli è stato contestato il reato di evasione.

In tutti i casi, i procedimenti sono attualmente pendenti in fase di indagini e l’effettiva responsabilità degli indagati, in uno con la fondatezza delle ipotesi d’accusa mosse a loro carico, saranno vagliate nel corso del successivo processo. Non si escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, anche in favore delle persone sottoposte ad indagini.

Condividi