Strade provinciali della Sibaritide: la Provincia respinge le critiche

Il Consigliere delegato alla Viabilità Chiaravalle illustra i programmi dell’Ente: "noi non guardiamo ai colori politici"

StrettoWeb

“Massima è l’attenzione della Provincia per la rete viaria del Cassanese. Alle polemiche sarebbe preferibile anteporre senso di responsabilità istituzionale”. Lo dice il consigliere provinciale Francesco Chiaravalle, delegato alla Viabilità, rispondendo alle polemiche sollevate dal consigliere comunale cassanese Gianluca Falbo. “Stranisce e ferisce – dice Chiaravalle – una strumentalizzazione così evidente, da parte di un esponente di primo piano di un’amministrazione comunale con la quale la collaborazione è stata sempre costante”.

“La coincidenza con il periodo elettorale porta a pensar male, ma il rispetto delle
istituzioni consiglia di rimanere nel merito delle questioni”. In proposito, il delegato alla viabilità richiama l’impegno profuso dalla Provincia e dalla
Presidente Succurro per giungere alla riapertura, dopo oltre un quindicennio di abbandono e false promesse, della Cassano-Civita: agli interventi già ultimati altri ne seguiranno a breve, già pianificati, per garantire una sempre maggior decenza e sicurezza del tratto in questione”.

Ancora: “per la Provinciale 166 per Cammarata è stato definito un investimento di oltre 1.800.000 euro, per la messa in sicurezza e realizzazione di nuove opere”. Corpose anche le risorse, sottolinea Chiaravalle, “stanziate per la 172 Salinari: altri 140.000 euro per la manutenzione. Interventi tutti già in essere o destinati ad essere avviati nel giro di poche settimane, come da programmazione già predisposta”.

Conclude Chiaravalle: siamo aperti al confronto e al dialogo, perché non guardiamo ai territori secondo le appartenenze politiche. Come già evidenziato, massima è l’attenzione per tutta l’area provinciale ed altrettanto lo è per il Cassanese e la Sibaritide, snodi nevralgici dell’intera Provincia. Andremo avanti con questo spirito, cercando di rimediare a guai e distrazioni radicate nel passato, per dare le giuste risposte ai cittadini ed alle imprese”.

Condividi