Reggio Calabria: la Galleria Serart si tinge di rosso, tra provocazione e sensualità

A Reggio Calabria si terrà l’evento “Versi di Rosso” – Poesie e dipinti. Ad esporre sarà il pittore reggino Pierfilippo Bucca; le poesie sono della poetessa Sonia Impalà

StrettoWeb

Sabato 20 aprile alle ore 18.30, presso la Galleria Serart, in Via P. Andiloro 6G a Reggio Calabria si terrà l’evento “Versi di Rosso” – Poesie e dipinti. Ad esporre sarà il pittore reggino Pierfilippo Bucca mentre le poesie sono della poetessa Sonia Impalà, tema della serata l’universo femminile. La galleria d’arte della famiglia Serraino, da oltre mezzo secolo, è non solo un laboratorio professionale ma anche un vivaio ospitale e attento per i talenti che creano arte in qualsiasi forma che promuove con passione e serietà e, spesso, ospita incontri che vedono avvicinare l’Arte alla Cultura.

In questa occasione ad allearsi sono “Penne e Pennelli” per delineare l’unica protagonista, la donna, nella sua sensualità. La donna che da sempre è l’emblema della bellezza, è una continua fonte espressionistica di ogni artista e nell’evento di sabato sarà trattato con un’esposizione insolita e pungente. La poetessa, che ha pubblicato la sua prima silloge poetica con l’editore pugliese Gian Carlo Lisi della G.C.L Edizioni, presenta una figura indipendente e decisa, con una consapevolezza del suo atteggiamento rivolto al piacere. Ci mostrerà con la lettura dei suoi versi anticonformisti, una ribellione alla sottomissione prediligendo una sintonia mentale ma anche un’esplosione di passione del corpo.

E’ la pelle il solo vestito che ci appartiene e da questa nasce la sua ispirazione poetica, i cui scritti sono accompagnati da immagini audaci e sfrontate. Spiegherà l’esigenza del suo pseudonimo, mettendo a nudo un unico corpo ma con due voci diverse e distinte, in una continua lotta tra l’essere e l’apparire.

Il pittore Pierfilippo Bucca parallelamente affiancherà il dialogo esibendo i suoi quadri che da sempre hanno avuto un’analisi della donna negli aspetti più vari tra il reale e surreale. Tra fuoco e piume, occhi che scrutano emozioni in un’oscurità silenziosa, che urlano estasi sognata e vissuta, l’artista ci condurrà in un percorso denso di sensualità e desiderio, sapendo coniugare opere voluttuose ma anche eleganti e romantiche, con una linea vibrante e potente.

L’idillio artistico tra la scrittrice e il pittore nasce con la realizzazione della copertina del libro, per cui Bucca, traducendo i componimenti poetici, con il suo estro realizza un dipinto esclusivo e, successivamente, curando una serie di bozzetti disegnati a matita di nudo artistico riuscendo sapientemente a valorizzare le parole della poesia con l’illustrazione.

A cura del professor Mario D’Ascola l’approfondimento di questo dialogo che cercherà di evidenziare i collegamenti tra scrittura e pittura dove il linguaggio delle emozioni ha un’unica voce rappresentata dall’arte in ogni sua forma. Il professore che ha sempre collaborato nel divulgare e comunicare la cultura, cercherà penetrando negli animi degli artisti di trovare il giusto equilibrio tra il sentire e il vedere.

Durante la serata le giovani Cinzia Monorchio, ventitreenne studentessa universitaria, e Ilenia Cannizzaro, diciottenne studentessa liceale, amanti del teatro e della recitazione, daranno voce ai testi poetici della scrittrice, con la loro personale interpretazione.
L’evento si concluderà con un buffet degustativo.

Versi di rosso reggio calabria

Condividi