Le antiche Chiese perdute di Crotone: torna il corso di archeologia

Riprende Giovedì 4 aprile il Corso di Archeologia e Storia del Gruppo Archeologico Krotoniate

StrettoWeb

Dopo le vacanze pasquali, riprende Giovedì prossimo, 4 aprile, il Corso di Archeologia e Storia del Gruppo Archeologico Krotoniate. Essendo la sede solita, presso la sala del Museo dei Giardini di Pitagora, occupata temporaneamente dalla mostra su Leonardo, la lezione prevista per il prossimo Giovedì si svolgerà presso la Sala Margherita con il patrocinio del Comune di Crotone, mentre proseguirà con le lezioni successive presso la Scuola Principe di Piemonte, essendo ospiti ed in collaborazione col Museo Archeologico Nazionale di Crotone.

Appuntamento quindi per il prossimo Giovedì, dalle ore 17,00 alle ore 19,00 presso la sala Margherita del Comune di Crotone. La relazione sarà tenuta da Raffaella Varano, che per il secondo anno è presente nel programma del Corso. Raffaella Varano, divulgatrice ben nota in materia di beni culturali, con particolare riferimento al centro storico di Crotone, pubblica giornalmente le sue note conoscitive su Facebook. Prima sul profilo del gruppo di “Nuji i subba u Casteddru” e adesso su quello di “Cotrone tra case e abitanti“, in collaborazione con Gianfranco Barone e insieme agli altri iscritti a questo gruppo.

Il tema del prossimo incontro con Raffaella Varano alla sala Margherita sarà “Le antiche Chiese perdute di Crotone“. Un viaggio indietro nel tempo, alla ricerca delle Antiche Chiese perdute della città di Crotone. A metà del 1.500 vi eran ben 12 chiese Parrocchiali all’interno delle mura. Che fine hanno fatto le altre se alla fine del 1.500 esse erano state ridotte a cinque dal Vescovo Lopez? Lo scopriremo attraverso questo viaggio immaginario tra case e abitanti della Cotrone di quel tempo. Strutture andate materialmente perdute, ma perdute anche nella memoria dei Crotonesi.

Condividi