La Fidapa di Cosenza punta sul futuro: progetti innovativi per educare i giovani

L'iniziativa ha promosso l'importanza di valori cardine come il rispetto per le persone, la tutela dell'ambiente e il rispetto delle leggi

  • Fidapa Cosenza
  • Fidapa Cosenza
/
StrettoWeb

La Federazione italiana donne arti professioni affari (Fidapa) sezione di Cosenza, sotto la guida determinata del presidente Lucia Nicosia, si impegna con slancio verso il futuro delle nuove generazioni. Un impegno che si traduce in progetti concreti e iniziative volte a formare cittadini consapevoli e responsabili. Il biennio 2023/2025 è contrassegnato da un’attenzione speciale ai giovani, ponendo al centro del programma la costruzione di un mondo migliore attraverso l’educazione e la formazione.

La collaborazione con il dirigente scolastico provinciale, la dott.ssa Loredana Giannicola, ha permesso di sviluppare iniziative sperimentali destinate a coinvolgere le scuole. Tra i progetti di punta spicca “Noi cittadini attivi e consapevoli”, attuato presso l’Istituto comprensivo di Mendicino.

Le classi coinvolte sono la terza C e la terza D della sezione di C.da Rosario. Gli studenti sono stati guidati in un percorso volto ad accrescere la loro consapevolezza e responsabilità nei confronti della vita sociale, culturale e politica del territorio. Oltre a ciò, l’iniziativa ha promosso l’importanza di valori cardine come il rispetto per le persone, la tutela dell’ambiente e il rispetto delle leggi.

A guidare il progetto è stata la prof.ssa Roberta Chiodo, socia della Sezione Fidapa di Cosenza e docente presso la scuola media di Mendicino, in collaborazione con le professoresse Ida Altomare e Marinetta Zanfini. Per raggiungere questi obiettivi, il progetto ha previsto visite guidate presso le istituzioni presenti sul territorio, in particolare sono state realizzate due visite guidate presso la Prefettura di Cosenza e il Comando dei Carabinieri Provinciale.

La leadership e l’impegno del presidente Fidapa di Cosenza Lucia Nicosia hanno reso possibile la realizzazione di questa iniziativa. A tal proposito la presidente Nicosia: “ringrazio la dirigente scolastica dell’istituto di Mendicino Assunta Morrone per aver accolto la nostra proposta. Un ringraziamento speciale va ai ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo”.

“Ringrazio per l’accoglienza e l’ospitalità il prefetto Vittoria Ciaramella, il comandante provinciale dei Carabinieri di Cosenza, il colonnello Agatino Saverio Spoto, e i loro preziosissimi collaboratori, in particolare la dott.ssa Rosa Correale, il viceprefetto Giuseppe De Martino, commissario del Comune di Mendicino, e il tenente colonnello Dario Pini.

“Questi progetti, con la possibilità di protrarsi anche negli anni successivi, rappresentano un investimento prezioso nel capitale umano e culturale delle nuove generazioni, un investimento che, siamo certi, porterà frutti positivi per il nostro territorio e per il Paese intero”. La Fidapa di Cosenza si erge così a baluardo della formazione etica e civica delle nuove generazioni, piantando i semi di un futuro in cui il rispetto reciproco e la consapevolezza sociale siano i pilastri su cui costruire una società migliore.

La professoressa Roberta Chiodo: “desidero esprimere la mia profonda gratitudine al presidente Lucia Nicosia per aver sostenuto fattivamente il progetto. Mi unisco a lei nei ringraziamenti nei confronti delle istituzioni del territorio che ci hanno accolto con grande disponibilità. Un ringraziamento speciale va anche alla dirigente Assunta Morrone per la sua costante attenzione e disponibilità nel sostenere e accogliere progetti di questo tipo”.

“Credo fermamente che queste azioni formative siano di cruciale importanza per i ragazzi, in quanto contribuiscono ad avvicinarli a figure e ruoli che spesso percepiscono come lontani. Questo progetto rappresenta una preziosa opportunità per i ragazzi di crescere, imparare e sviluppare competenze che saranno fondamentali per il loro futuro e per il futuro della nostra società”.

Condividi