A San Lorenzo il Green Diving – camminata di Benessere tra Yoga e Shinrin Yoku

L’attività è stata organizzata dall’ASD Terra Madre e dal Centro Sportivo Italiano comitato di Reggio Calabria per celebrare la Giornata Internazionale dello Sport

StrettoWeb

Si svolgerà il 7 aprile la prima edizione del Green Diving – camminata di Benessere tra Yoga e Shinrin Yoku – a San Pantaleone di San Lorenzo nel centro dell’Area Grecanica, in una spettacolare collina a 600 metri sopra il livello del mare, attraverso un percorso ad anello che parte da Piazza Fontana e che si estende in località Rocca di Varva per poi ritornare in paese.

L’attività è stata organizzata dall’ASD Terra Madre e dal Centro Sportivo Italiano comitato di Reggio Calabria per celebrare la Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace e rientra tra le diverse attività che il CSI ed altri importanti Partners, hanno organizzato durante la settimana che va dal 2 al 7 aprile.

Esprime soddisfazione la presidente dell’associazione Terra Madre Francesca Pizzi che parla anche da ex Assessore al Turismo del Comune di San Lorenzo e che è stata la promotrice del progetto di riqualificazione dei sentieri denominato: Percorsi ecosostenibili e di geo-turismo esperienziale a piedi e in bicicletta, nel bacino della Fiumara Amendolea sentieri che in parte verranno attraversati dalla “Camminata Verde”.

Il progetto ha riguardato i comuni di Condofuri, Roccaforte, Roghudi e San Lorenzo (Comune Capofila). “Nel nostro Comune, in particolare, – spiega l’ex Assessore Francesca Pizzi – è stato realizzato un percorso ad anello dove la presenza di cartelli propongono delle attivita’ di shinrin yoku, ossia l’immersione in natura con i 5 sensi, che possono essere eseguite autonomamente o accompagnati da una Forest Terapy Guida.

Lo SHINRIN-YOKU viene coniato in Giappone nei primi anni 80 ed è oggi sempre piu’ conosciuta e apprezzata come terapia preventiva. L’immersione nella natura ha effetti terapeutici comprovati anche scientificamente. Si è potuto verificare infatti che, “l’immersione verde” è in grado di ridurre la concentrazione dell’ormone dello stress nel corpo, di regolare la pressione arteriosa e il battito cardiaco, di abbassare il colesterolo, ecc.

Un progetto innovativo per la nostra area, che comprende anche un tragitto dedicato ai diversamente abili e percorribile in carrozzina.
Voglio approfittare di questo articolo per fare dei ringraziamenti che fino ad ora non è stato possibile fare. Innanzi tutto al gia’ Sindaco del Comune di San Lorenzo Giuseppe Floccari per aver acconsentito a portare avanti un progetto straordinario e difficile anche da spiegare ma che è stato poi appoggiato da tutto il consiglio comunale e per questo un grazie va anche a tutti i miei ex colleghi.

La mia gratitudine a chi ha messo la testa per rendere concrete le idee e quindi ai progettisti : dott.ssa geologa Serena Palermiti, Arch. Gioffre’ e Arch. Francesco Gerace, alla Cooperativa Tutela dell’ Aspromonte che ha realizzato le opere; ed infine, la mia grande riconoscenza e il mio grazie per la fiducia ai Sindaci dei comuni dell’Amendolea Domenico Penna, Pippo Paino e Pierpaolo Zavettieri e al Commissario dott. Picone che guida il Comune in questo particolare momento storico.

Conclusa l’esperienza amministrativa, sono felice di poter continuare a costruire per la comunita’ laurentina attraverso un’associazione sportiva che ha come finalita’ quella di diffondere benessere e che attraverso lo sport, in tutte le sue sfaccettature, mira al ripopolamento dei borghi proponendo un turismo diverso rivolto a chi vuole sperimentare, vivere i borghi con la gente del posto e portarsi a casa esperienze che passano attraverso l’incontro dell’altro, attraverso racconti di vita, di usi e costumi che si possono vedere, sentire, annusare avvolti da una natura incontaminata che acquieta e guarisce.

Infine, voglio ringraziare il CSI di Reggio Calabria ed il suo presidente Paolo Cicciu’ per l’opportunita’ che ha dato all’Associazione Terra Madre di poter raccontare luoghi sconosciuti e campagne incontaminate attraverso una visione dello sport che si allarga e che abbraccia ogni attivita’ che puo’ migliorare l’uomo nel corpo e nell’anima.

Vi aspettiamo dunque il 6 aprile a Reggio Calabria, palazzo Zani, dove si discutera’ dello sviluppo attraverso il turismo sportivo esperienziale e ( dalla teoria passeremo alla pratica) giorno 7 a San Pantaleone per la prima edizione del GREEN DIVING”.

Condividi