Taurianova Capitale italiana del Libro: “c’è una luce diversa dagli anni ’90”. E arriva il plauso di Salvini

Sindaco di Taurianova: "il progetto lega la nostra città alla cultura. C'è una luce diversa dall'immagine devastante degli anni '90"

StrettoWeb

Ci apprestiamo con questo riconoscimento ad attraversare quel ponte che speriamo ci condurrà definitivamente a una Taurianova diversa legata alla cultura e ai protagonisti di quella che è stata la storia bella della nostra città“. E’ quanto dichiarato dal sindaco Roy Biasi dopo la notizia che Taurianova sarà Capitale del libro 2024. “Abbiamo realizzato una biblioteca importante – ha detto ancora Biasi – che contiamo di aprire quanto prima e, quindi, abbiamo chiesto alla Commissione nell’ambito del progetto, di poter inaugurare questa struttura per renderla il cuore pulsante della città costruire una nuova Taurianova, diversa da quella Taurianova che vogliamo dimenticare e che, secondo Giorgio Bocca, nel 1990 era fuori dall’Italia“.

Il nostro progetto – ha detto ancora il sindaco – è imperniato sulla biblioteca che dovrà essere il centro nevralgico dell’attività culturale non solo del nostro comune ma dell’Intera piana di Gioia Tauro. Noi vogliamo andare in controtendenza, mentre dalle altre parti le biblioteche chiudono a Taurianova, con forza determinazione e con spirito di sacrificio abbiamo voluto raprirla e intendiamo aprirla al più presto. Si tratta di un messaggio importante, un messaggio che ci fa guardare alla nostra città con una luce diversa rispetto a quella che era la Taurianova dell’immagine devastata e devastante degli ani novanta“.

Il plauso di Salvini al sindaco di Taurianova

Voglio complimentarmi con il sindaco leghista di Taurianova Roy Biasi e tutta l’amministrazione per l’importante traguardo conseguito. Diventare la Capitale del Libro 2024 per la cittadina della Piana di Gioia Tauro può solo significare crescita e ulteriore sviluppo turistico e culturale”. Così il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Condividi