Percorsi abilitanti all’insegnamento: il Ministero autorizza il Conservatorio di Nocera Terinese-

Un'opportunità significativa per gli studenti desiderosi di intraprendere percorsi di formazione e abilitazione per diventare insegnanti di musica

StrettoWeb

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha ufficialmente accreditato il Conservatorio di Musica “P.I.Tchaikovsky” di Nocera Terinese per l’avvio dei percorsi abilitanti alla professione di docente, da 60/30/36 CFA, come stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 agosto 2023. Questa decisione, inclusa nel Decreto di Accreditamento Iniziale dei Percorsi di Formazione Iniziale dei docenti
per l’A.A. 2023/2024, rappresenta un’opportunità significativa per gli studenti desiderosi di intraprendere percorsi di formazione e abilitazione per diventare insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Si tratta di una fase cruciale in cui i futuri insegnanti possono acquisire le competenze necessarie per svolgere efficacemente la professione. Nel corso degli studi, verranno sviluppate competenze linguistiche e digitali avanzate, insieme a conoscenze teoriche e pratiche riguardanti l’ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico, nonché l’applicazione di metodologie e tecnologie didattiche nelle discipline di riferimento.

Il Conservatorio Tchaikovsky si impegna anche a promuovere una scuola inclusiva e orientata all’uguaglianza, con particolare attenzione al benessere psicofisico ed educativo degli studenti con disabilità e bisogni educativi speciali. Questo impegno si traduce in iniziative concrete volte a garantire pari opportunità di accesso e a fornire il supporto necessario per il successo di tutti gli studenti, indipendentemente dalle loro diverse abilità.

“Questo riconoscimento, dichiara il Direttore Dott.ssa M° Valentina Currenti, è il risultato del nostro impegno costante nel fornire un’istruzione di alta qualità e preparare i futuri insegnanti per eccellere nel loro campo. Siamo entusiasti di offrire questa opportunità agli aspiranti docenti e di contribuire alla formazione di professionisti competenti e qualificati nel settore della musica”.

Condividi