Recuperare le tradizioni: a Cosenza il primo “Raduno degli Strinari”

L’appuntamento è a Donnici Inferiore, alle ore 18 del 6 Gennaio, con il I° Raduno degli Strinari

StrettoWeb

Dopo lo strepitoso successo del Concertone di Capodanno, proseguono a Cosenza le iniziative culturali e di spettacolo che dall’Immacolata stanno animando diverse zone della città. Per l’Epifania l’appuntamento è a Donnici Inferiore, alle ore 18 con il I° Raduno degli Strinari. L’iniziativa patrocinata dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Franz Caruso è a cura delle Associazioni Vivi Donnici e Accademia Donnici Doc e si inserisce in un percorso di tutela e valorizzazione delle tradizioni del territorio. “Grazie alle importanti sinergie instaurate con imprenditori, commercianti ed associazioni del territorio – afferma il sindaco Franz Carusoè stato possibile dare vita ad un ricco cartellone di spettacoli ed eventi che hanno reso viva e vissuta la città, attraendo nuovi visitatori dall’intera provincia e da tutta la Calabria”.

“Ciò è valso per il centro urbano, ma anche per molti quartieri che quest’anno sono stati investiti, in un modo o nell’altro, dalla presenza di luci ed iniziative culturali e di festa. E’ questo il caso di Donnici dove, sabato 6 gennaio, festeggeremo l’epifania con una iniziativa di grande interesse qual è appunto il Primo Raduno degli Strinari. L’idea è quella di riscoprire e valorizzare la tradizione della Strina cosentina e calabrese, per tramandarla alle nuove generazioni, ma anche quella di far rivivere l’antico borgo di Donnici, storico Casale di Cosenza dove è ancora possibile scorgere i segni di una vita orientata ai valori del passato, seppur proiettata in maniera consapevole verso il futuro”.

“Il I° Raduno degli Strinariconclude il sindaco Franz Caruso – porterà a Donnici inferiori tanti gruppi di Strinari provenienti da diverse zone della Calabria che eseguiranno la Strina delle loro tradizioni dando vita, così, ad un vero e proprio festival che, sono certo, sarà vissuto da tutto il quartiere e dall’intera città. Ringrazio sin d’ora le associazioni Vivi Donnici e Accademia Donnici Doc che insieme al mio assessore alle attività produttive, Massimiliano Battaglia, stanno dando vita ad importanti e preziose sinergie”.

Condividi