No al randagismo: al via i lavori del canile comunale di Corigliano-Rossano

Il sindaco Stasi: "partiti i lavori di potenziamento del canile sanitario di Contrada Fossa, uno dei pochi canili comunali della Calabria"

StrettoWeb

“In queste settimane sono pervenute al Comune numerose segnalazioni rispetto alla presenza di randagi in alcune zone della città: Centro Storico di Rossano, Schiavonea, Scalo di Corigliano in particolare. L’Amministrazione, come sempre, si è attivata per monitorare il territorio anche grazie al supporto delle Guardie Eco-Zoofile, per ricavare posti nei rifugi di proprietà o convenzionati con il Comune, ed infine con l’Azienda Sanitaria, competente per la cattura, per iniziare immediatamente con gli interventi”.

“In questi giorni, però, la società cooperativa incaricata dall’ASP per il servizio di cattura cani vaganti, l’unica per l’intero comprensorio, non ha avuto disponibilità pertanto gli interventi partiranno soltanto domani. Questo non è un tema semplice da affrontare, proprio perchè serve la piena sinergia tra più soggetti: non a caso alcune settimane fa ho emanato una ordinanza di emergenza per la sterilizzazione ed re-immissione sul territorio dei cani vaganti in deroga alla normativa regionale. Si è trattato di un atto forte, anche un po’ provocatorio, che comunque metteremo in atto”.

“Infine in questi giorni sono partiti i lavori di potenziamento del canile sanitario comunale di Contrada Fossa, uno dei pochi canili comunali della Calabria pensato, progettato e realizzato dall’Amministrazione. Con fondi di bilancio, sopperiamo a delle carenze infrastrutturali, a partire dalla mancanza del Canile provinciale previsto in una legge di 12 anni fa, mai attuata. Grazie a questo intervento, metteremo strumenti migliori a disposizione degli enti, rendendo più agevoli gli interventi sul territorio e le sterilizzazioni”.

Condividi