Pendolari dello Stretto, nuovi passi avanti: addio al biglietto ‘chiuso’. Raccolta firme per la corsa delle 7:10

Il Comitato Pendolari dello Stretto ha ottenuto nuovi successi con l'eliminazione del biglietto "chiuso" e ha avviato la raccolta firma per una nuova corsa mattutina

StrettoWeb

Nuovo anno di trattative per il Comitato Pendolari dello Stretto, impegnato in un costante dialogo costruttivo con istituzioni e aziende private volto a migliorare le condizioni dei Pendolari sullo Stretto di Messina. Nella giornata di oggi si è svolto un nuovo tavolo con i Vertici di Liberty Lines, i quali con grande disponibilità hanno prestato ascolto ancora una volta alle istanze del comitato.

Il primo grande risultato ottenuto nella trattativa è l’introduzione del biglietto ‘Aperto’, ovvero un biglietto libero, senza alcun obbligo di segnalazione dell’orario di ritorno. La pratica del biglietto ‘Chiuso’ era stata inizialmente imposta da Liberty, per comprensibili e rispettabili ragioni gestionali e commerciali, ma si è tradotta in aggravi logistici per le biglietterie e diversi malcontenti tra i pendolari. Nel corso della trattativa si è evidenziato come questo vincolo con Blujet non c’è mai stato, oltretutto viste le diverse casualità quotidiane dei pendolari, diventa difficile per molti prevedere l’ orario di ritorno con precisione.

I nuovi biglietti liberi saranno già disponibili nei prossimi giorni.

Le esigenze di operatori sanitari e dipendenti pubblici

Si è poi provveduto ad evidenziare le esigenze orarie di categorie come quella sanitaria e dei dipendenti pubblici, esigenze raccolte anche grazie ai canali Facebook, Telegram e Instagram del ‘Comitato Pendolari dello stretto’.

In questo ambito, oltre alla rimodulazione di alcuni orari di rientro da Messina (20:55 in primis), è stata richiesta con forza ancora una volta l’istituzione della corsa delle 7:10/7:15 da Reggio verso Messina utile per tutti coloro che hanno necessità di essere sul posto di lavoro alle ore 8.00. La tesi del comitato è la stessa presentata al tavolo di Settembre: la parte preponderante dei Pendolari sulla tratta Reggio Messina è calabrese, questa cosa va quindi riflessa sugli orari e sul servizio.

Nuova raccolta firme

Per dimostrare questa tesi, con la preziosa collaborazione delle biglietterie di Reggio è in atto una nuova raccolta firme per l’istituzione della suddetta corsa.

Il comitato chiede quindi a tutti i pendolari ed ai cittadini una firma presso la biglietteria del porto di Reggio in modo da migliorare la nostra posizione negoziale e raggiungere insieme quest’obiettivo.

Condividi