Odissea per i pendolari del treno regionale Cosenza-Reggio Calabria: prima “scendete”, poi “risalite”

Disagi questa mattina per i pendolari del treno Cosenza-Reggio Calabria, tutti i passeggeri sono stati fatti salire su un altro treno regionale

StrettoWeb

Vera e propria odissea questa mattina per i pendolari del treno regionale partito da Cosenza e in arrivo a Reggio alle 9:05 secondo la regolare tabella di marcia. Giunto a Rosarno, il treno è stato soppresso e tutti i passeggeri sono stati fatti salire su un altro treno regionale. Giunti a Villa San Giovanni, i passeggeri sono stati fatti scendere e sono stati indirizzati verso i bus sostitutivi, in effetti presenti nella piazzola.

Qui l’ennesima sorpresa: dopo 10 minuti di attesa, però, gli stessi passeggeri sono stati invitati a risalire sullo stesso treno da cui erano scesi e che alla fine è ripartito conducendoli fino a Reggio Calabria dove sono arrivati alle 09:40, con 35 minuti di ritardo, neanche tantissimi se si pensa alle vicissitudini dei passeggeri su una tratta (Cosenza-Reggio) che solitamente i regionali completano in poco più di due ore e mezza.

Il disservizio è stato provocato dai lavori sui binari alla stazione centrale di Reggio Calabria, ma fortunatamente è stato risolto in poche ore: dalle 12:03 la situazione è tornata alla normalità su tutta la linea.

Condividi