Lavoratori edili, raggiunto accordo sindacale per l’aumento in busta paga

Fillea CGIL, Feneal UIL ed ANCE hanno raggiunto l’intesa pe i lavoratori edili di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia

StrettoWeb

“Dopo mesi di trattativa, nella giornata del 16 gennaio 2024 alla presenza dei rappresentanti di Fillea CGIL, Feneal UIL ed ANCE è stata raggiunta l’intesa con un verbale d’incontro per l’elemento variabile della retribuzione (Evr) per i lavoratori delle aziende edili operanti sul territorio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia con la sottoscrizione dell’accordo sindacale in data 24 gennaio 2024. Un aumento in busta paga per tutti gli addetti al settore edile che, come Fillea Cgil Calabria e FenealUil Calabria, salutiamo con molta soddisfazione e dimostra che, quando tra le parti c’è un confronto serio, i risultati arrivano”.

L’accordo riguarda circa 8000 addetti tra impiegati e operai e nel corso del 2024 porterà nelle tasche dei lavoratori aumenti importanti che varieranno dai 67,22 euro mensili previsti per i lavoratori di 7° livello ai 34,41 euro mensili previsti per i lavoratori di 1° livello. Agli importi riconosciuti a titolo di EVR per l’anno 2024 è applicabile l’imposta sostitutiva ridotta, di cui all’art. 1, c.18 Legge n° 213 del 29.12.2023. L’aumento di salario sarà erogato in busta paga in proporzione alle ore lavorate a partire da Gennaio 2024″.

“Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto questo accordo che i lavoratori edili aspettavano da anni – affermano Mariaelena Senese Segretario generale Feneal Uil Calabria e Simone Celebre Segretario generale Fillea Cgil Calabria – e raggiungerlo oggi in questo momento di alta inflazione che erode i salari, consente di mettere soldi freschi nelle tasche dei lavoratori. La firma di questo accordo, infine, sottolinea, semmai ce ne fosse bisogno, l’importanza ed il ruolo del sindacato in momenti come questi. Abbiamo portato avanti le istanze dei lavoratori perché questi possano avere riconosciuti dignità e diritti. Nei prossimi giorni – concludono – saranno organizzate assemblee aziendali e territoriali per spiegare i contenuti dell’accordo”.

Condividi