Concessioni marittime a Corigliano-Rossano, proroga al 2024

La proroga sarà utile agli operatori affinché possano continuare a esercitare l'attività durante la prossima stagione balneare

StrettoWeb

“Proroga tecnica” fino al 31 dicembre 2024 e bando dei lotti. Negli scorsi giorni la giunta comunale ha approvato una serie di disposizioni in materia di concessioni degli spazi demaniali. Tema controverso poiché si è impossibilitati ad avviare le procedure competitive per le concessioni degli spazi demaniali, non essendo stati adottati dal Governo i decreti legislativi volti a riordinare e semplificare la materia ed a definire i principi per procedere agli affidamenti delle aree in concessione in base a criteri omogenei e a procedure imparziali, non discriminatorie, caratterizzate dall’ampia partecipazione, da avviare con adeguato anticipo rispetto alla scadenza.

É stata pertanto approvata una delibera che conferma fino a fine anno le attuali concessioni demaniali sulle spiagge della città. La proroga è in linea con quanto stanno facendo altre amministrazioni, affinché gli operatori possano continuare a esercitare l’attività durante la prossima stagione balneare. Il provvedimento ricalca a livello locale la scelta del governo nazionale, ovvero quella linea della proroga automatica. La delibera, nello specifico, conserva gli effetti delle concessioni demaniali marittime a finalità turistico-ricreative che sono interessate da istanze di prolungamento a seguito di investimento.

Di fatto, spiega l’amministrazione, questo atto assicura continuità ad un comparto economico-produttivo importantissimo come quello balneare. Le nuove disposizioni legislative del 2022 e 2023 prevedono una proroga automatica delle concessioni fino al 2024, con possibilità di ulteriore differimento al 2025 per “ragioni oggettive”. Tuttavia, l’approvazione di decreti legislativi da parte del governo per regolamentare le procedure di assegnazione non è ancora avvenuta.

La Giunta Comunale ha deliberato di individuare il differimento del termine di scadenza delle concessioni già in essere al 31 dicembre 2024, di dare indirizzo affinché si attivi una ricognizione dello stato di fatto, resa sulla base della mappatura delle concessioni demaniali in essere, per restituire il quadro complessivo delle condizioni d’uso della fascia costiera, individuando le parti di territorio concedibili, necessaria alla definizione del nuovo PCS della città unica ed alla verifica della condizione di contingentamento della risorsa “aree demaniali marittime”.

Si è inoltre deliberato di verificare la correttezza formale e procedurale del “Bando per l’assegnazione dei lotti liberi e disponibili per attività turistico-ricreative dei piani comunali spiaggia ex comune di Corigliano Calabro ex Comune di Rossano”, e che i criteri di assegnazione dei lotti, essendo la procedura ancora in corso, non confliggano con i principi della disciplina nazionale (Legge 118/2022) e comunitaria in materia di concorrenza, così da poter attuare con celerità le eventuali procedure di assegnazione.

Condividi