Categoria: NEWSSICILIA

Sicilia, Sgarbi sul Museo Mandralisca: “dalla Regione solo impegni verbali”

«Per il Museo Mandralisca di Cefalù il rischio chiusura è ancora concreto. Dall’assessorato regionale ai Beni Culturali della Regione Siciliana, solo impegni verbali, ma ancora nessun atto concreto».

Replica così Vittorio Sgarbi all’assessore regionale ai Beni Culturali Mariarita Sgarlata che nei giorni scorsi ha polemizzato con il critico d’arte, «reo» di avere portato a conoscenza dell’opinione pubblica nazionale la paventata chiusura dell’importante istituzione culturale per mancanza di fondi.

«Trovo assolutamente maleducato e improprio – dice Sgarbi – il tono dell’assessore regionale ai Beni Culturali Mariarita Sgarlata, nominata dopo la cacciata di Franco Battiato, evidentemente per la sua disponibilità ossequiosa nei confronti del Presidente Crocetta.

La mia denuncia sul rischio di chiusura del Museo Mandralisca non ha alcuna intenzione polemica. Mi è stata insistentemente richiesta, in emergenza, proprio da quei dipendenti del Museo che ne temevano l’annunciata chiusura. Il loro ringraziamento mi è sufficiente. Per questo ritengo opportuno far conoscere il testo degli sms ricevuti da numerosi dipendenti del Museo relativi alla vicenda:

Il primo (urgente): «Pregiatissimo Prof, sono il funzionario….. del Museo Mandralisca di Cefalù. Ti disturbo perché abbiamo bisogno del tuo aiuto. Il Museo chiude per mancanza di fondi. Alcune opere saranno poste in vendita per pagare gli stipendi arretrati degli otto dipendenti effettivi. Noi 10 A.S.U saremo mandati a casa e non avremo più sostentamento. L’Antonello finirà chiuso in un caveau e non sarà più fruibile. Ti prego d’intervenire in nostro aiuto. TU SOLO ci puoi aiutare. Ti prego di far sentire la tua voce, la voce di un grande critico di cui ho sincera stima. Sicuro di un tuo positivo riscontro, ti ringrazio anticipatamente. Con infinita considerazione e sincero affetto».

Il secondo (scoraggiato): «Il giorno 1 agosto il Mandralisca chiude. Fiduciosi attendevamo un suo intervento. Con immutata stima».

Il terzo (grato): «Grazie prof. Vittorio per il tuo intervento in nostro aiuto. Non ho minimamente dubitato sul tuo impegno e amore per il nostro Museo, nonostante le passate delusioni politiche da te vissute qui a Cefalù. Ciò ti fa onore e gratifica chi ti voleva alla guida della nostra amata città. Ti prego non ci abbandonare e fai conoscere al mondo, con la tua voce autorevole, di che cosa sono capaci i nostri politici. Grazie ancora, con infinita stima, Sandro Varzi e i dipendenti tutti del Museo. Ti attendiamo a Cefalù appena puoi»

Se l’allarme era ingiustificato – osserva Sgarbi – non si capisce per quale ragione i dipendenti del Museo hanno chiesto aiuto a me invece che alla solerte assessora dalla quale attendiamo una soluzione. Per il bene della Sicilia. Cui tutti, in diverso modo, concorriamo. E aggiungo che il Presidente Crocetta mi ha chiamato il 3 agosto e abbiamo parlato di Antonello e del ritratto Mandralisca per quasi un’ora»

Intanto, proprio lunedì 12 agosto, alle 15,00 nella Sala Stampa dell’Assemblea Regionale Siciliana in Piazza del Parlamento 1 a Palermo, Vittorio Sgarbi terrà una conferenza stampa.  Oltre al critico d’arte sarà presente, tra gli altri, l’ex magistrato del Consiglio di Stato Guglielmo Serio, che è stato Commissario Straordinario a Salemi subito dopo le dimissioni di Sgarbi nel febbraio del 2012.

Questi i temi della Conferenza Stampa

1)      Interpellanza ai ministri dell’Interno, della Giustizia e della Difesa, a firma del deputato alla Camera Mauro Ottobre, sullo scioglimento del Comune di Salemi;

2)    Paventata chiusura del Museo Mandralisca di Cefalù e replica alle dichiarazioni espresse dall’assessore ai Beni Culturali Mariarita Sgarlata;

3)     Stato dei lavori di rifacimento e restauro della Cattedrale di Noto;

4)    I governi nazionale e regionale e le politiche per la promozione dei Beni Culturali