Arresto Francesco Putortì, il segretario della Lega di Reggio Calabria: “è legittima difesa, impensabile che qualcuno possa metterlo in prigione”

Le parole del segretario provinciale della Lega di Reggio Calabria, Franco Recupero in merito alla vicenda di Francesco Putortì ancora in carcere dopo 4 giorni

StrettoWeb

Chi entra in casa mia non viene certo a portarmi un mazzo di fiori, giusto? Se entra in casa mia ho il dovere di difendere i miei familiari e me stesso, che faccio? Mi preoccupo in quei secondi di intervenire o di pensare che qualcuno possa mettermi in prigione? Non ho dubbi, intervengo e se poi purtroppo il criminale ci rimette la vita, non ho che fare. Non posso consentire di mettere a rischio la vita dei miei familiari, assolutamente no!”. Lo afferma Franco Recupero, segretario provinciale della Lega di Reggio Calabria, in merito alla vicenda di Francesco Putortì, ristretto in carcere da 4 giorni dopo essersi difeso dai ladri nella propria abitazione.

Condividi