Botti di Capodanno, AIDAA: “anche quest’anno si ripete la strage degli animali morti e centinaia scappati”

L'AIDAA sui botti di Capodanno che spaventano cani e gatti

StrettoWeb

“Anche la notte di San Silvestro che divide il 2023 dal 2024 ha fatto parecchie vittime tra gli animali in particolare cani e gatti molti dei quali morti di crepacuore o finiti sotto le auto nella loro fuga dovuta alla paura provocata dai forti botti di capodanno. Per avere una stima che si avvicina alla realtà dei cani e gatti e degli altri animali (in particolare volatili) morti per i botti ci vorranno un paio di giorni, ma dando uno sguardo alle pagine social dedicate agli animali domestici morti o fuggiti  si evince già da queste prime ore dell’anno che anche quest’anno ci avviamo verso numeri elevati, al momento infatti sono centinaia le segnalazioni di cani e gatti in fuga in tutta Italia e ci sono anche diverse decine di segnalazioni di cani e gatti che non ce l’hanno fatta -scrivono gli animalisti dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente AIDAA- difficile al momento fare una stima numerica ma da quanto si apprende dalle pagine social e dalle segnalazioni pubblicate il fenomeno è sparso in tutto il territorio nazionale- Conclude il comunicato AIDAA– i dati numerici in nostro possesso verrano resi pubblici dopo i controlli incrociati nei prossimi giorni”.

Condividi