Catanzaro, la posizione dell’Udc sull’amministrazione Fiorita

Catanzaro, Speziali (Udc): "Talerico è il dominus dell'amministrazione Fiorita"

StrettoWeb

“Apprendo senza nessuna meraviglia -poichè l’ho più volte detto pubblicamente e per primo- che l’Avv. Talerico, pregiatissimo professionista nel campo giuridico, nonché gaudente, al pari del sottoscritto (il quale però ha una fattezza differente dalla sua, pur se ciò non costituisce, ovviamente e naturalmente, dolo ed insulto) una predilezione per la buona tavola (stante il girovita di entrambi), nella sua veste di ‘dominus’ dell’ Amministrazione Fiorita (non intesa, in senso floreale e men che mai di beltà gestionale), ha annunciato la sostituzione degli Assessori Comunali Catanzaresi“. E’ quanto scrive in una nota Vincenzo Speziali, responsabile Regionale dell’UDC Calabria. “La cosa era di domino pubblico, pure a fronte dei profluvi messaggi anticipatori che anche io ho avuto l’onere e la grazia di ricevere dal Consigliere Regionale sub iudice (termine, consono, in quanto riportato in capo al Talerico, dal Dott. Luca Palamara in una sua recente intervista), però ciò conferma -buon per Talerico, non per la città di Catanzaro, visto i risultati scarsi di siffatta esperienza Amministrativa- che è lui a ‘comandare’, non ovviamente il futuro ex Sindaco Nicola Fiorit (‘ens’)”, sottolinea Speziali.

“In più, l’Udc nazionale e regionale -non solo per mio tramite- porrà una questione preliminare (giammai pregiudiziale, poiché siamo politici e rappresentiamo la politica!), circa l’incompatibilità di chi è ‘dominus’ -per di più con suoi Assessori Comunali conclamati- di un’esperienza gestionale di sinistra indefinita e movimentista, di chiaro stampo castrista e da relativismo (para)etico, discutibilmente prassiata e metodista, con l’apporto di una componente ‘talericiana’, che tenterebbe di collocarsi al di qua e al di là degli schieramenti, per di più a seconda di convenienze di politicume, perciò aconcettualistiche e non ideologiche”, evidenza Speziali.

Per quanto riguarda la nostra intolleranza politica a siffatto modo di fare, essa sarà portata all’attenzione dei tavoli nazionali di centrodestra e a cascata al Presidente della Giunta Regionale, in quanto fin quando vi sarà la presenza di Talerico in Aula Consiliare a Palazzo Campanella, è ininfluente per la maggioranza, come già ben dimostrato, dallo stesso Presidente Occhiuto e dal Presidente del Consiglio Regionale, Mancuso, prioprio lo scorso sabato 25 Marzo, in occasione dell’incontro con il Presidente del Catanzaro, ing. Floriano Noto, alfine di comunicare -‘in absentia’ del Sindaco (e senza coinvolgere minimamente lui, assieme alla sua ‘non maggioranza’, quindi pure a Talerico)- circa la prima tranche dei finanziamenti per lo Stadio Comunale. Insomma, più chiaro di così, non si può: serve solo un sigillo cassazionale”, conclude Speziali.

 

 

Condividi