Rosarno: cittadini segnalano casi di tumore, Arpacal invia un’inchiesta

StrettoWeb

Un’indagine epidemiologica ed ambientale ad ampio spettro sara’ realizzata dal dipartimento provinciale di Reggio Calabria dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal) nel rione Fera del comune di Rosarno, oggetto di diverse segnalazioni negli ultimi tempi su una presunta connessione tra potenziali fattori inquinanti e patologie tumorali. Per fare il punto della situazione sui percorsi analitici da intraprendere, il direttore del dipartimento reggino dell’Arpacal, Angela Diano, ha convocato una riunione tecnica alla presenza del rappresentante della comunita’ rosarnese che si e’ mostrato tra i piu’ attivi cittadini che ha segnalato all’Arpacal questa preoccupazione diffusa. ”L’indagine – ha spiegato la dottoressa Diano – dovra’ prevedere due fasi parallele: un monitoraggio ambientale che integri i dati gia’ in possesso di Arpacal per le matrici aria, radiazioni ionizzanti e amianto, e un’indagine epidemiologica accurata sul territorio di Rosarno, in un’area circoscritta a cura del Cera (Centro epidemiologico regionale ambientale) che, in riferimento ai dati forniti e in rapporto alle patologie riscontrate, possa condurre ad un eventuale monitoraggio mirato alle matrici ambientali. In attesa di apprendere i risultati epidemiologici del Cera, il dipartimento svolgera’ controlli e monitoraggi programmati nell’area, oggetto dell’attivita’ istituzionale ordinaria dei servizi tecnici del dipartimento”.

Condividi