Messina è il terzo comune da Roma in giù per la restituzione dei questionari del censimento Istat

StrettoWeb

Secondo il comunicato diramato dall’Istat, il comune di Messina è risultato terzo in assoluto da Roma in giù e sesto in Italia per la restituzione dei questionari attraverso i canali previsti. Il dato è emerso a conclusione della prima fase delle operazioni censuarie 2011, anche se il lavoro dei rilevatori procederà ancora per alcune settimane. Venerdì 27 aprile l’Istat diffonderà i risultati per provincia e comune, mentre il dato relativo alla popolazione legale sarà disponibile entro il 31 dicembre 2012. “Il risultato conseguito dal comune di Messina – sottolinea l’assessore alla statistica e alle politiche di e-government, Giorgio Muscolino – rappresenta un giusto riconoscimento per il lavoro fatto fino ad oggi dalla macchina organizzativa comunale, che si è impegnata nelle operazioni censuarie e in questa seconda fase proseguirà con le operazioni di verifica, fornendo un dato concreto e reale sulla popolazione messinese”. Per la consegna dei questionari continua l’attività dell’ufficio comunale di censimento di Palazzo Weigert, in via Consolato del Mare (aperto da lunedì a sabato in orario continuato), del centro comunale di raccolta di palazzo Satellite (telefoni 0907723323/3324) e dei rilevatori adibiti al servizio. Si ricorda che il cittadino non censito sarà a rischio di cancellazione dall’anagrafe del Comune, mentre chi rifiuta di restituire il questionario compilato al rilevatore, violando l’obbligo di risposta al censimento, diviene passibile di una sanzione, che può variare da un minimo di 206 ad un massimo di 2065 euro.

Condividi