Messina: divieti di balneazione in alcuni tratti di litorale

StrettoWeb

Sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana (numero 13 del 30 marzo) è stato pubblicato il decreto dell’Assessorato regionale alla sanità, con il quale è stata fissata la data del primo maggio, per l’inizio della stagione balneare che terminerà il 30 settembre prossimo. Fanno parte integrante del decreto gli allegati, con indicati i tratti di mare e di costa non idonei alla balneazione. Per la città di Messina il divieto di balneazione interessa alcuni tratti di mare ed il dipartimento viabilità del Comune collocherà cartelli metallici, per indicare i divieti all’inizio di tutte le strade di accesso, pedonale o carrabili, a tutti i tratti di mare interessati. Tratti di mare e di costa permanentemente non balneabili per inquinamento sono quelli compresi in un tratto lungo 6500 metri comprendente la foce del torrente Larderia; il torrente S. Filippo; 200 mt. a sud del torrente S. Filippo XXIV Artiglieria – Gazzi , direzione via S. Cosimo; e da 150 mt a sud della fogna n. 28 Tremestieri e a 200 mt a sud della fogna n. 19. Divieto inoltre per i 350 metri compresi nel tratto 50 mt. dall’ ex ospedale R. Margherita e 50 mt. dal torrente Annunziata. Tratti di mare e di costa non balneabili sono quelli compresi 100 mt. a sud e 350 mt. a nord del canale lago piccolo di Torre Faro, oltre agli 8 mila e trecento metri dell’area considerata portuale, da via Brasile alla fiumara Portalegna.

Condividi