Lampedusa: 5 morti sul barcone di immigrati soccorso stamani. E adesso si teme una nuova “invasione”

StrettoWeb

Sul barcone di immigrati soccorso a circa 70 miglia dall’isola di Lampedusa sono stati trovati cinque cadaveri. Le motovedette della Guardia costiera hanno raggiunto la piccola imbarcazione dopo l’allarme lanciato all’alba con un telefono satellitare dagli stessi profughi.
Dopo la “tregua invernale”, l’arrivo della primavera e condizioni meteo favorevoli alla navigazione fanno sorgere a Lampedusa i timori su una possibile nuova ondata di sbarchi provenienti dall’Africa settentrionale. Prima del barcone di stamattina, già due notti fa, a bordo di un’altra carretta del mare, erano arrivati a Lampedusa 54 migranti, tra i quali quattro minori, di presunta nazionalità libica. A Trapani, invece, cinque migranti sono stati salvati dopo essere rimasti aggrappati ad una boa di segnalazione. La barca su cui viaggiavano si era infatti arenata nel fondale basso. Intanto, secondo i dati forniti dall’indagine realizzata dall’associazione Eupsiche di Palermo nel 2011, a fronte di 49 mila migranti sbarcati a Lampedusa, sono stati soltanto 203 quelli ricoverati negli ospedali siciliani, di cui 112 uomini e 91 donne.

Condividi