Clamoroso a Palermo: Ferrandelli vince le primarie, sconfitta Rita Borsellino

StrettoWeb

Fabrizio Ferrandelli ha vinto le primarie del centrosinistra per il sindaco di Palermo. Il giovane consigliere comunale uscente del’Idv, che ha lasciato il partito ed era sostenuto da una parte del Pd siciliano e da associazioni della societa’, ha battuto di misura la favorita Rita Borsellino, eurodeputata appoggiata direttamente dal segretario del Pd Bersani e attorno alla quale si erano uniti Idv, Sel, Fds e Verdi. Secondo i dati diffusi dal suo stesso comitato, Ferrandelli ha riportato 9.945 preferenze, circa 160 in piu’ della Borsellino, che ne ha avute 9.878. Piu’ staccati gli altri due concorrenti, il deputato regionale del Pd Davide Faraone, vicino ai ‘rottamatori’ di Matteo Renzi, che ha ottenuto 7.975 voti, e la consigliera comunale uscente Antonella Monastra, proveniente dal movimento della Borsellino “Un’altra storia”, fermatasi a 1.750 voti. “Hanno vinto i palermitani. Questa e’ una candidatura voluta da Palermo e cresciuta sul territorio“, ha detto Ferrandelli, in lacrime alla notizia del suo successo. “I quartieri popolari ci hanno dato lo sprint finale per la vittoria. I palermitani hanno dimostrato che non si fanno imporre scelte da Roma e che decidono loro da chi e come vogliono essere governati“, ha aggiunto Ferrandelli, e ha assicurato che adesso chiamera’ gli sconfitti e si mettera’ al lavoro con l’obiettivo di vincere le elezioni del 6 e 7 maggio “per riscattare Palermo dopo 10 anni di Cammarata“.

L’esito della consultazione di coalizione e’ stato incerto fin quasi all’alba e nello spoglio si e’ da subito profilato un testa a testa tra Ferrandelli, fin dall’inizio in vantaggio, e la Borsellino, staccata di misura a inseguire. La sorella del magistrato ucciso nella strage di via D’Amelio e gia’ candidata dal Pd senza successo alla presidenza della Regione, non ha sfondato ed e’ stata superata dal giovane ex Idv che era appoggiato dai settori del Pd siciliano che si rifanno al senatore Beppe Lumia e al capogruppo all’Assemblea regionale siciliana, Antonello Cracolici. Il risultato e’ rimasto dunque incerto fino all’ultimo, e sono stati i dati dell’ultimo dei 31 Gazebo, quello di piazza Campolo, a dare la vittoria finale a Ferrandelli per una manciata di voti. Gia’ nella notte e’ stato chiesto di riconteggiare le schede della primarie, che sono state molto partecipate: circa 30.000 gli elettori che si sono presentati ai seggi e hanno pagato un euro per votare.

Condividi