Agitazioni nel settore del trasporto pubblico siciliano. Domani sit-in all’Ars

StrettoWeb

I lavoratori del trasporto pubblico  locale, provenienti da tutta la Sicilia, presidieranno domani, dalle 10 in poi, davanti la sede dell’Ars, per protestare contro ”la gravissima crisi che investe il settore in Sicilia a seguito delle scelte del governo nazionale con i tagli dei trasferimenti che hanno avuto pesanti e drammatiche ricadute sui servizi e i tagli al settore annunciati dalla Regione”. L’annuncio arriva da parte di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Faisa Cisal. Secondo quanto scrivono i sindacati, i lavoratori protesteranno contro il governo regionale che ha annunciato i tagli al capitolo di spesa dei trasporti, con una riduzione da quest’anno del 20% dei contributi previsti dai contratti di servizi, che rischiano ”di mettere in ginocchio aziende e lavoratori”. Contemporaneamente alla manifestazione si svolgerà anche la riunione sul trasporto pubblico locale della Commissione Trasporti in presenza dell’assessore regionale al Bilancio Armao, per chiedere la revisione dei tagli previsti in modo da evitare cosi’ i licenziamenti gia’ preannunciati dalle associazioni datoriali. Quella di domani, fanno sapere le organizzazioni sindacali, non sara’ l’unica iniziativa, in quanto hanno gia’ annunciato lo sciopero generale in Sicilia di tutti i trasporti, e in attesa delle procedure di conciliazione hanno chiesto un incontro al Prefetto di Palermo.

Condividi