Visita del Papa in Calabria, Talarico: “grande dono per la nostra Regione”

StrettoWeb

“La visita rappresenta senza dubbio un dono per la Calabria”. E’ quanto ha affermato il presidente del Consiglio regionale, Francesco Talarico partecipando a Reggio ad una iniziativa del movimento giovanile dell’Udc, insieme al capogruppo del partito alla Regione, Alfonso Dattolo. “La venuta di Papa Benedetto XVI – ha proseguito Talarico – é una luminosa iniziativa che giunge a ventisette di distanza da una precedente visita del Santo Padre nella nostra regione, all’epoca, Papa Wojtyla. Per un partito come l’Udc la venuta di Papa Benedetto XVI è uno stimolo in più di riflessione interiore per chi milita in un partito di matrice cattolica che deve spingere ognuno di noi, ma in particolare chi è impegnato nelle istituzioni e nella politica, a trovare le vie migliori per raggiungere il bene comune, ponendo al centro della propria azione la famiglia e l’uomo nel complesso delle attività quotidiane politico-amministrative”. Talarico, inoltre, ha posto l’accento sul “grande potenziale rappresentato dalle giovani generazioni che in Calabria, come confermano recenti dati, sono molto presto chiamati a compiti di responsabilità amministrativa negli enti locali. Una ventata nuova che va sostenuta ed incoraggiata poiché non è vero che la politica è tutta uguale, ma è vero invece che i politici vanno valutati per quel che sanno fare, o che non fanno, magari pensando soltanto alle proprie fortune personali”. Il presidente del Consiglio regionale, inoltre, ha salutato positivamente “l’impegno dei giovani nel volontariato, accanto agli ultimi, un’attività di straordinario valore formativo, che colma l’insufficiente attività dei partiti politici come sede e luogo di confronto e di crescita culturale e civile. Ci dobbiamo rimboccare le maniche perché in questa regione una nuova classe politica dirigente sta lavorando molto per cambiarne le condizioni e soprattutto la mentalità di affrontare e risolvere le questioni, senza eluderle o rinviarle”. “Vogliamo cambiare il volto della Calabria ed in questo processo – ha concluso Talarico – le giovani generazioni sono chiamate ad un ruolo da protagoniste poiché il loro naturale entusiasmo saprà infondere l’energia necessaria per trasformare la speranza in fatti concreti”. Alfonso Dattolo, nel suo intervento, ha ricordato “il grande valore dell’esperienza maturata nell’Azione cattolica giovani, una grande fucina formativa di confronto e di riflessione sui valori. La Chiesa nelle sue articolazioni – ha sottolineato Dattolo – è una straordinaria agenzia educativa e la visita di Papa Benedetto XVI sarà foriera di un grande risveglio culturale di cui si avverte il forte bisogno”.

Condividi