Da domani a Catania i mondiali di scherma: 1.200 atleti da 114 Paesi

StrettoWeb

Questa e’ una grande occasione per l’Italia, per la Sicilia e per Catania. Ma e’ anche una grande responsabilita’ perche’ il mondo intero ci osserva. Abbiamo lavorato per anni allo scopo di ottenere questo risultato, confrontandoci con capitali europee, come Budapest, e ce l’abbiamo fatta”. Lo ha affermato il presidente della Federazione italiana scherma, Giorgio Scarso, presentando a Catania la cerimonia di apertura dei Campionati mondiali di scherma, in programma nel capoluogo etneo da domani, sabato 8 ottobre, fino a domenica prossima, il 16. A poche ore dall’inizio delle gare si registrano alcuni ritardi nell’allestimento, nel Palaghiaccio, la struttura che ospitera’ del gare, della parte riservata alla Federazione internazionale scherma (Fie) che non mettera’ a rischio l’inaugurazione e lo svolgimento degli incontri. ”Sono certo – ha aggiunto Scarso – che l’impresa che si e’ aggiudicata i lavori sapra’ compiere il miracolo di portare tutto a termine entro il cronoprogramma previsto”. Alle gare prenderanno parte circa 1.200 atleti in rappresentanza di 114 Paesi e per la prima volta nella storia di un mondiale in concomitanza si svolgeranno i campionati mondiali di scherma paralimpica, ai quali parteciperanno 158 atleti di 27 Paesi. All’incontro con i giornalisti hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, il rettore dell’Universita’ Antonino Recca, il presidente del Comitato Organizzatore Catania 2011 Sebastiano Manzoni e Guglielmo Ferro, regista de ”La via della spada”, lo spettacolo realizzato per il cerimoniale d’apertura dei Mondiali. ”Come sindaco – ha detto Stancanelli – non posso che essere orgoglioso. Tutto il lavoro fatto assieme al presidente della Regione, alle autorita’ sportive della scherma regionale e nazionale per ottenere che Catania diventasse la capitale della scherma 2001 sta dando i suoi risultati”.

Condividi