Le Ricette di StrettoWeb – Fileja cozze e pomodorini

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione dei fileja cozze e pomodorini

Questo primo piatto è leggero ma completo, è una pietanza tipica della tradizione italiana e la sua origine è incerta infatti molte regioni ne rivendicano la paternità ed esistono, quindi, tante gustosissime varianti: gli spaghetti con le cozze in bianco in cui il sughetto si fa sfumare con del vino bianco e il piatto viene aromatizzato con erba cipollina o prezzemolo tritato; gli spaghetti al gratin sono realizzati secondo la ricetta originale ma insaporiti con briciole di pane grattugiato tostato insieme al pecorino, prezzemolo tritato e origano da spolverare sulla pasta appena pronta; gli spaghetti alle cozze pugliesi sono preparati con un condimento a base di sugo rosso; gli spaghetti allo scoglio sono campani e le cozze sono unite alle vongole e ad altri tipi di molluschi e crostacei; nella ricetta della pasta con le cozze calabrese un tocco di colore è dato dai pomodorini pachino e la fileja dona tipicità al piatto anche se i bucatini, gli spaghetti o le linguine non sono sicuramente meno appetitosi…. ma procediamo…….!

Difficoltà: facile

Preparazione: 30 minuti

Cottura: 20 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: basso

INGREDIENTI

400 gr. di fileja

1.5 Kg di cozze

Pomodorini tagliati a metà

2 spicchi d’aglio

Sale q.b.

Olio extravergine di oliva q.b.

Prezzemolo fresco tritato

Pepe nero e peperoncino piccante

Preparazione

Pulite le cozze grattando i gusci e lavatele sotto tanta acqua corrente. Mettete in una pentola capiente l’olio, l’aglio, il peperoncino e le cozze, coprite e cuocete a fuoco medio. Quando quasi tutte le cozze saranno aperte scolatele conservando l’acqua di cottura e buttate le cozze rimaste chiuse. Sgusciate le altre e mettetele da parte; in un tegame mettete l’olio e unite i pomodorini; fate cuocere per 10 minuti, quindi aggiungete il prezzemolo tritato, il pepe, metà dell’acqua di cottura delle cozze e le cozze sgusciate. Scolate la pasta al dente e versatela sulla salsa preparata. Prima di servire spolveratela con altro prezzemolo tritato. Buon appetito!!

Conservazione

La pasta con le cozze è un piatto da consumare subito ma si può conservare in frigorifero al massimo per 24 ore coprendola con la pellicola trasparente. Le cozze si possono congelare quando sono freschissime e non già decongelate.

Curiosità e benefici delle cozze

La ricetta degli spaghetti con le cozze risale a Ferdinando I di Borbone re delle due Sicilie e si narra che andasse personalmente a pesca di questi molluschi nelle acque del Golfo di Napoli. Per assaporarle in modo leggero chiese che venissero cucinate in ricette semplici come l’impepata di cozze e gli spaghetti. La cozza mediterranea a differenza di altre specie presenta picchi stagionali infatti l’apice del gusto si raggiunge fra luglio ed agosto. Il prodotto locale è reperibile fra primavera ed estate mentre durante il resto dell’anno è probabile che provenga da altri paesi come la Spagna o la Grecia. Il nostro paese è il maggiore produttore di cozze fin dai tempi dell’Antica Roma e il nostro prodotto è unico nei valori nutrizionali infatti le tecniche riproduttive, la tradizione e la biodiversità del nostro mare hanno favorito la nascita di nuove famiglie di prodotto locale. Dal punto di vista nutrizionale le cozze sono potenti antiossidanti capaci di rallentare l’invecchiamento cellulare, sono fonte di proteine nobili utili al mantenimento della massa muscolare. Contengono molto ferro assimilabile, diverso da quanto succede nel caso di molte verdure o legumi e quindi consigliate in caso di anemia. La presenza di vitamina B e di minerali come iodio e magnesio aiutano a combattere gli stati di affaticamento. Nelle cozze sono presenti sali minerali come potassio, sodio, fosforo e zinco con proprietà stimolanti e digestive. L’alto contenuto di glucosamina rende questo pesce un potente antinfiammatorio naturale per curare reumatismi e artrosi.

Il consiglio della zia

Il segreto di questo piatto è il sugo che lega tutti gli ingredienti: un trucco è di scolare la pasta molto presto per completare la cottura in padella. Non occorre il sale perché le cozze rendono la pasta molto saporita. I molluschi in genere non sopportano lunghe cotture e quindi si può spegnere il fuoco e coprire la pentola col coperchio non appena iniziano a schiudersi i gusci. Si tratta di un primo piatto nutriente e completo e per renderlo poco calorico è sufficiente limitare l’olio d’oliva. Il peperoncino in questa ricetta è particolarmente adatto anche se in piccole dosi.