Reggio Calabria, Traversa dell’Ospedale Morelli ancora sommersa dai rifiuti. Divelto l’avviso posizionato da un cittadino [FOTO]

/

Reggio Calabria, episodio a dir poco spiacevole stamattina nella Traversa dell’Ospedale Morelli

La noncuranza dei divieti è un fenomeno tipico delle società caratterizzate da un lato, da uno scarso senso civico da parte delle persone e, dall’altro, dalla incapacità e/o complicità di chi i divieti dovrebbe farli rispettare.

Se poi a questo mix si aggiunge anche l’atteggiamento di chi pensa che ognuno dovrebbe farsi solo “i fatti propri”, il risultato è sconvolgente.

C’è un cittadino che, da un po’ di tempo ed in completa autonomia, si preoccupa di porre dei cartelli artigianali con i quali fa notare che gettare indiscriminatamente rifiuti è un reato.

Orbene, quel cittadino giorni fa aveva messo dei cartelli nella Traversa dell’Ospedale Morelli, dove da anni insiste la criticità dei rifiuti abbandonati in modo assolutamente barbaro e incontrollato.

Stamattina, qualcuno che, evidentemente, non poteva sopportare che un semplice cittadino potesse esercitare qualsivoglia autorità, ha pensato bene di strappare i cartelli e, per ribadire il concetto, ha posto al loro alcune piastrelle rotte e, poco distante, un sacchetto di rifiuti.

Cosa avrà voluto affermare?

  1. non ti dovevi permettere: questa è zona mia e decido io cosa si deve fare e non fare.
  2. Me ne frego del tuo cartello; e te lo dimostro.
  3. La prossima volta metti i cartelli a casa tua.

In una città in cui evidentemente non c’è spazio per chi cerca di combattere l’inciviltà, ci chiediamo che fine abbia fatto l’autorità pubblica preposta a garantire le basilari regole di convivenza civile. Se ci troviamo in questo far-west, infatti, è proprio perchè evidentemente il cittadino non è educato al rispetto delle leggi e non è consapevole della sanzione a cui incorre nel caso in cui non rispetta le norme. Evidentemente perchè non è mai stato sanzionato, quindi educato, in tal senso.


Valuta questo articolo

Rating: 4.3/5. From 3 votes.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE