fbpx

Reggio Calabria, il nuovo volto del Museo dello Strumento Musicale: presentato oggi il progetto di riqualificazione [FOTO e INTERVISTE]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Dopo il distruttivo incendio del 2013, l’Amministrazione Comunale con grande orgoglio presenta alla città di Reggio Calabria il nuovo volto del Museo dello Strumento Musicale

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Si arricchisce il patrimonio culturale della città di Reggio Calabria. Dopo il distruttivo incendio del 2013, l’Amministrazione comunale con grande orgoglio si appresta a riconsegnare alla città il Museo dello Strumento Musicale di pineta Zerbi, con un nuovo volto e  con una migliore destinazione d’uso, specie per quel che riguarda l’ attrazione del turismo.    La scelta di valorizzare l’immobile  darà al parco urbano “pineta zerbi” un valore aggiunto, dal momento che l’area oltre ad essere adibita alle normali attività di svago e tempo libero, sarà destinata anche quale luogo di cultura. Il progetto presentato oggi all’Urban Center, alla presenza anche del Sindaco Falcomatà e dell’Assessore Giuseppe Marino, mira a  minimizzare il consumo di suolo già destinato a parco, infatti l’attuale immobile di circa 209 mq viene ampliato di 128 mq mantenendo l’attuale superficie coperta. Nel dettaglio  verrà chiuso lo spazio frontestante lato mare che in atto è coperto dal solaio di copertura dell’immobile che aggetta di circa quattro metri per l’intero fronte.  Ne deriverà un immobile di circa 337 mq destinato agli spazi espositivi e servizi correlati. In linea a tale corpo di fabbrica, al fine di rendere meno impattante sul piano ambientale, è previsto un corpo di nuova realizzazione di circa 142 mq da destinare a laboratori per il restauro e la didattica. In totale l’immobile occuperà una superficie di 479 mq. L’ingresso sarà collocato tra i due corpi in modo tale da esaltarne ancor di più le funzioni a cui sono destinati.

Il corpo principale destinato agli spazi espositivi, è caratterizzato da un corridoio principale da cui si accede sia a destra che a sinistra alle 9 sale espositive. Sono previsti anche servizi collaterali wc,  hall, e direzione. Il corpo di nuova costruzione per laboratori e didattica sarà in unico ambiente con naturalmente i servizi igienici e deposito. L’aspetto esterno sarà realizzato mediante l’utilizzo di una architettura moderna minimalista, con l’utilizzo di materiali simili a quelli utilizzati per la piazza antistante e nel complesso per l’intero waterfront nel rispetto delle indicazioni della soprintendenza ai beni ambientali.

La giornata di oggi è stata anche occasione per presentare l’evento in programma dell’International Jazz Day.

Per l’evento, articolato sulle due giornate del 30 Aprile e del 1 Maggio, vedrà il MuStruMu insieme con l’associazione Midj Calabria, la Filarmonica Laudamo, e l’Associazione Marcello Turano  “festeggiare” la giornata mondiale della musica Jazz indetta dall’Unesco.

30 APRILE
17:00 Brutium Graffiti. Il Jazz a Cosenza nel ‘900 di Amedeo Furfaro, CJC Edizioni
Interventi: l’Autore, Mario Monastero, Vincenzo Stajano, Luciano Troja, Egidio Ventura. Demetrio Spagna

Doctor Jazz live exhibition Nina Berglova Trio

18:30 Presentazione Associazione Marcello Turano,
Medico e Musicista .
Alla presenza dei familiari lo ricordano Federica Cordova, Marisa Cagliostro, Mario Monastero, Ezio Ascrizzi, Lillo Vazzana, Diego Tramontana, Sergio Puzzanghera, Umberto Locatelli, Giovanni Laganà, Nino Spezzano, Pino Bertone, Pasquale Veneziano, Demetrio Spagna. Altri contributi.

Doctor Jazz live exhibition
Carmelo Gattuso (el. guitar)   Domenico Macheda (el. guitar)

20:00 Dinner Break

20:30 Doctor Jazz live exhibition
Rosalba Lazzarotto, voce e direzione e Avant’Garde Jazz Music School
Enzo Baldessarro, el. bass e direzione Lab in Jazz Orchestra

1 MAGGIO
18:00 Concerto
D’ Istante 3+2
Blaise Siwula alto sax e clarinetto
Rocco John Iacovone alto e soprano sax
Giancarlo Mazzù chitarra
Luciano Troja pianoforte
Denise Iacovone action painting

20:00 Dinner Break

20:30 “An Open Session of Creative Music

Museo dello Strumento musicale di Reggio: l’ Assessore alle Politiche Comunitarie Giuseppe Marino ai microfoni di StrettoWeb [VIDEO]

Museo della Musica di Reggio Calabria: intervista al sindaco Giuseppe Falcomatà [VIDEO]

Il Rappresentante Ufficio Stampa e Comunicazione del Museo dello Strumento Musicale Ken Curatola ai microfoni di StrettoWeb [VIDEO]