Reggio Calabria: al Miramare lo spettacolo “Orlando e l’incanto della Fata Morgana” [FOTO]

  • MARCO COSTANTINO
    MARCO COSTANTINO
  • MARCO COSTANTINO
    MARCO COSTANTINO
/

Al Miramare di Reggio Calabria è tutto pronto per lo spettacolo “Orlando e l’incanto della Fata Morgana”

I pupi di Martino RabuazzoDopo il sold out registrato sabato sera al Miramare con il concerto del Carmen Souza Trio e la standing ovation di domenica al Cilea per lo spettacolo “Come un granello di sabbia”, il Festival MigrArtes continua la sua carrellata di eventi all’insegna delle migrazioni tematiche e geografiche delle arti. Martedì 25 aprile alle ore 18.00, con ingresso gratuito, si alza il sipario sul teatro dei pupi siciliani di tradizione catanese. Protagonista la compagnia teatrale Thalìa che presenta “Orlando e l’incanto della Fata Morgana” di Antonino e Giuseppe Viola. Una produzione originale, ambientata davanti al mare dello Stretto di Messina e portata in scena dai pupi di Martino Rabuazzo, intrecciando amori, follie e gesta cavalleresche di Orlando e dei Paladini di Francia, vittime dei malefici della Fata Morgana. A dare vita ai pupi saranno i manianti (Carmelo, Emanuel e Antonino Viola, insieme a Martino Rabuazzo), i parraturi (Massimo Scuto per le voci maschili e Agnese Fallica per quelle femminili), i pruituri (assistenti di scena Marco Petralia e Riccardo Aricò), il tecnico luci e suoni Francesco Fallica. Intanto domenica sera si è concluso con l’annuncio dell’avvio dell’iter per la concessione della cittadinanza onoraria a Giuseppe Gulotta lo spettacolo “Come un granello di sabbia – Giuseppe Gulotta, storia di un innocente”. Sul palco del Cilea Salvatore Arena per Mana Chuma Teatro ha fatto rivivere uno degli errori giudiziari più clamorosi della storia italiana. Arrestato a 18 anni, costretto con la tortura a confessare l’omicidio di due carabinieri, soltanto nel 2012, dopo 22 anni di ingiusta detenzione e 36 di lotta per ottenere giustizia, Gulotta è stato definitivamente riabilitato dalla Corte di Appello di Reggio Calabria, durante il decimo e ultimo processo di revisione. A sottolineare il legame speciale che unisce Gulotta alla città dello Stretto è stato il consigliere della città metropolitana e garante per i detenuti Antonino Castorina, in rappresentanza del sindaco.

Il festival MigrArtes, a cura di Fondazione Horcynus Orca, Mana Chuma Teatro, Associazione Soledad e Teatro Le Rane, è finanziato dall’intervento “Creazione del Distretto culturale e relativa programmazione e organizzazione di eventi di rilevanza nazionale e internazionale” – PISU di Reggio Calabria POR FESR 2007-2013 – PAC Calabria 2007-2013.