Paura in Australia: auto contro la folla a Melbourne [FOTO LIVE]

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/

Un Suv Grand Vitara bianco con due uomini a bordo si è scagliato contro la folla a Melbourne in Australia, ferendo diverse persone

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Due persone sono state arrestate dopo che con un’auto si sono lanciate contro la folla a Melbourne, la seconda città dell’Australia, ferendo quattordici persone alcune delle quali in maniera grave. Il veicolo “si è scontrato con un certo numero di pedoni” in Flinders Street, incrocio trafficato nel centro della città, alle ore 16:30 locali (7:30 in Italia) ha detto la polizia di Victoria che ha fermato i due. I testimoni hanno raccontato una scena orribile, con persone scagliate per aria come birilli dopo essere stati investiti dalla macchina. Per il momento la polizia australiana ha affermato che non ci sono prove di legami con il terrorismo. Il conducente, un 32enne con un passato di uso di droghe e problemi mentali, e’ stato fermato da un poliziotto fuori servizio. Le immagini mostrate dai media locali mostrano diversi passanti distesi a terra vicino a un veicolo bianco, modello Suv Grand Vitara bianco con due uomini a bordo. Un testimone ha detto alla radio locale ‘3AW’ che l’auto “ha falciato tutti, le persone volavano dappertutto”. La polizia ha chiesto di evitare l’area e al momento non ci sono indicazioni che l’incidente sia collegato al terrorismo. “Noi crediamo, sulla base di quanto abbiamo visto, che si tratti di un atto deliberato. Le motivazioni sono sconosciute“, ha detto il capo della polizia di Victoria Russell Barrett. Sky News Australia ha detto che un bambino di età pre-scolare con una ferita alla testa è stato portato in ospedale in condizioni gravi.