“La Passione di Cristo” rivive nel centro storico di Palermo

/

foto3Vivere “La Passione di Cristo” attraverso la sacralità della rappresentazione, messa in scena dalla Confraternita di Maria SS. Addolorata. Noti ai fedelissimi e alla gente come i “Fornai”, ripropongono per le festività pasquali gli attimi salienti del calvario di Cristo tra la gente del centro storico di Palermo, precisamente nel quartiere popolare dell’Albergheria. Per l’occasione ogni anno intensa è la partecipazione della cittadinanza e non solo, per assistere ad un evento mistico e suggestivo nell’ambito della Settimana Santa ed emozionare e rivivere la passione, la morte e la resurrezione di Gesù Cristo. La Congregazione, fondata nel 1922, si distingue rispetto alle altre realtà presenti nel territorio per la particolare e toccante rappresentazione della Passione di Cristo, curata nei dettagli, con scene altamente coreografiche ed uniche. La manifestazione ha il suo inizio con la Domenica delle Palme il 9 aprile, a partire dalle 9:30, con l’ingresso di Gesù a Gerusalemme ed il popolo in festa ad accoglierlo; il Giovedì Santo, 13 aprile, si inizia alle ore 16:00 per vivere insieme il momento cupo e triste dell’Ultima Cena, l’arresto e la condanna di Gesù Cristo. Il Venerdì Santo, 14 Aprile, alle ore 15:30, prende vita la drammatica Passione di Cristo tra musiche struggenti, testi e particolari trucchi teatrali per contemplare il Figlio di Dio, crocifisso, accompagnato dalla tradizionale processione del Cristo morto e della Madonna addolorata, che lo segue sino alla sepoltura, percorrendo le strade e i vicoli del centro storico. Il giorno di Pasqua, 16 Aprile, ore 17:00, l’atmosfera mesta si trasforma in festa: il Cristo risorge ed incontra Maria, sua Madre, donando il suo amore all’umanità, ancora una volta. Si può inoltrare un’e-mail a infochiesadeifornai@libero.it per ulteriori informazioni ed accrediti stampa.

Rodrigo Foti