Guerra in Siria, Trump sferra l’attacco: lanciati missili su base aerea

  • HANDOUT
    HANDOUT
  • HANDOUT
    HANDOUT
  • HANDOUT
    HANDOUT
  • HANDOUT
    HANDOUT
  • HANDOUT
    HANDOUT
  • HANDOUT
    HANDOUT
  • HANDOUT
    HANDOUT
  • HANDOUT
    HANDOUT
  • HANDOUT
    HANDOUT
/

Guerra in Siria: gli Stati Uniti hanno lanciato 59 missili cruise verso la base aerea siriana da cui si presume sia partito l’attacco con armi chimiche nella provincia di Idlib

HANDOUT

HANDOUT

Gli Stati Uniti hanno lanciato 59 missili cruise verso la base aerea siriana da cui si presume sia partito l’attacco con armi chimiche nella provincia di Idlib. Si tratta di missili ‘Tomahawk’, lanciati da due navi americane di stanza nel Mediterraneo. E’ il primo attacco diretto Usa alla Siria dall’insediamento del presidente Donald Trump. “Nessun bambino dovrebbe soffrire” come hanno sofferto quelli siriani, ha affermato Trump. E ha aggiunto: il bombardamento americano in Siria e’ nel “vitale interesse della sicurezza” degli Stati Uniti. La Siria ha ignorato gli avvertimenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu, ha sottolineato Trump. E ha chiesto al mondo di unirsi agli Usa “per mettere fine al flagello del terrorismo”. Sono cinque i morti nell’attacco americano alla base militare siriana di Shayrat, tra cui tre soldati e due civili. Lo ha detto Talal Barazi, il governatore della provincia di Homs, aggiungendo che altre 7 persone sono rimaste ferite.